Ius culturae per la cittadinanza italiana, che cosa è e chi ne ha diritto

Ius culturae è una fattispecie nuova di acquisizione della cittadinanza italiana, a seguito di percorso formativo (ius culturae). Il beneficiario è il minore straniero, che sia nato in Italia o vi abbia fatto ingresso entro il compimento dei 18 anni. Acquista di diritto la cittadinanza, qualora abbia frequentato un percorso scolastico per almeno cinque anni in Italia.


La formazione consiste in uno o più cicli presso istituti del sistema nazionale o percorsi di istruzione e formazione professionale, idonei al conseguimento di una qualifica professionale. Invece, nel caso in cui la frequenza riguardi l'istruzione primaria, è necessaria la conclusione positiva del corso. La cittadinanza si acquista con dichiarazione di volontà. È espressa da un genitore legalmente residente in Italia, entro il compimento della maggiore età dell'interessato della ragazza o del ragazzo.

Ai fini della presentazione della dichiarazione da parte del genitore, è richiesta la sua residenza legale, la quale presuppone la regolarità del soggiorno. Anche per questa fattispecie l'interessato può rinunciare alla cittadinanza acquisita, entro due anni dal raggiungimento della maggiore età, purché in possesso di altra cittadinanza. E, viceversa, fare richiesta di acquisto della cittadinanza (entro due anni dal raggiungimento della maggiore età), laddove il genitore non abbia reso la dichiarazione di volontà.

80 risultati per "CITTADINANZA"

caricamento

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Mind The Gap - Lettere
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma

BORSA

IL MESSAGGERO PER I LETTORI

GIORNALE CARTACEO

Abbonamenti, Arretrati, Prezzi per l'estero, Consegna a domicilio.

PIEMME