La famiglia rom da Papa Francesco a San Giovanni

Giovedì 9 Maggio 2019 di Camilla Mozzetti
14
La famiglia rom incontra il Papa

La famiglia di Imer Omerovic, nucleo di 14 nomadi assegnatario di una casa popolare a Casal Bruciato, teatro delle proteste dei giorni scorsi, è stata ricevuta nella Basilica di San Giovanni a Roma da Papa Francesco, a margine dell’assemblea della Diocesi. Padre, madre e la figlioletta più piccola hanno raggiunto la sacrestia per un breve saluto con il Pontefice. A loro sono stati riservati alcuni posti tra le prime file.

Casal Bruciato, primi denunciati per gli insulti ai rom: ecco i nomi

Casal Bruciato, denunciato: anche chi urlò «ti stupro»

Papa Francesco ha incontrato e salutato la famiglia nomade in privato, nella sagrestia della Basilica di San Giovanni in Laterano, prima che il Papa iniziasse, nella navata della Basilica, l'incontro con il clero e i fedeli della diocesi.

La famiglia è arrivata accompagnata dalla volontaria dell'opera nomadi Patrizia, ed è stata accolta prima dal vescovo ausiliare di Roma don Giampiero Palmieri, che è andato tra le prime fila nella navata centrale della basilica di San Giovanni dov'erano seduti la mamma e il papà, Imcor e Senada Omerovic, insieme alla figlia Violetta e alla volontaria dell'opera nomadi Patrizia. Tutti sono stati accompagnati da don Palmieri nella sagrestia della basilica per un breve incontro con papa Francesco prima dell'inizio del convegno diocesano. Terminato l'incontro, durato in tutto mezz'ora, uscendo dalla sagrestia Imcor e Senada si sono fatti il segno della croce ascoltando la benedizione di Francesco all'inizio del convegno diocesano. La famiglia siede adesso di nuovo nella navata centrale dove ascolterà le parole del pontefice che risponderà alle domande della comunità diocesana.
 


Papa Francesco è entrato nella Basilica papale di San Giovanni in Laterano per l'incontro con la Diocesi di Roma. Al suo arrivo, il Papa è stato accolto dal cardinale vicario Angelo De Donatis. Sono presenti, tra gli altri, i vescovi ausiliari, i sacerdoti, i religiosi e le religiose, centinaia di laici provenienti dalle parrocchie e dalle altre realtà ecclesiali della diocesi di Roma nonché i rappresentanti delle cappellanie e delle scuole cattoliche della città.

L'incontro conclude il cammino di riflessione sul «fare memoria» e sulla «riconciliazione» compiuto dalle parrocchie e dalle varie aggregazioni ecclesiali nel corso dell'anno pastorale su invito del cardinale vicario.

«Il Santo Padre ha salutato stasera, nella sacrestia della Basilica di San Giovanni in Laterano, la famiglia rom del quartiere romano di Casal Bruciato, vittima - nei giorni scorsi - di minacce e insulti razzisti. Con questo gesto, il Papa ha voluto esprimere vicinanza e solidarietà a questa famiglia e la più netta condanna di ogni forma di odio e violenza». Lo riferisce il direttore 'ad interim' della Sala stampa vaticana, Alessandro Gisotti.

Sono rientrati nell'appartamento di via Satta ora padre, madre e figlioletta rom, insieme all'assistente dell'opera nomadi, dopo la visita dal Papa a San Giovanni in Laterano, a San Giovanni. Scortati dalla polizia in un cortile di nuovo chiuso e affacciato ai balconi pieni di bandiere tricolori.

Ultimo aggiornamento: 21:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’automobilista che da solo mette ko tram e ambulanza

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma