Roma-Feyenoord, Tirana è pronta a ospitare la finale: lo stadio, il corteo e l'hotel giallorosso. Tutto quello che c'è da sapere

Roma-Feyenoord, Tirana è pronta a ospitare la finale: lo stadio, il corteo e l'hotel giallorosso. Tutto quello che c'è da sapere
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Maggio 2022, 20:11 - Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 12:29

Tirana è un cantiere aperto, una città in profonda trasformazione e aggiornamento. La finale della Conference League è solo uno dei tanti eventi che questa metropoli vuole accaparrarsi per diventare degna delle più belle capitali europei. Ed ecco che nel quartiere che ospita la Arena Kombëtare spuntano una serie di grattacieli in costruzione che andranno a formare un quartiere ultramoderno. Poco distante un parco, tenuto come un gioiello, che ospiterà la fanzone giallorossa. Le vie del centro sono piene di locali e pub che danno un senso di modernità alla città, oltre a piste ciclabili e monopattini che sfrecciano.

Roma-Feyenoord, la finale a Tirana

A tre giorni dalla finale i preparativi sono ancora in corso: la fanzone non è stata allestita, lo stadio è recintato e gli steward devono seguire ancora dei corsi di aggiornamento. L’hotel della Roma (Mak Albania) si trova a due passi dallo stadio, il pullman è già arrivato ed è parcheggiato proprio davanti all’ingresso. Tifosi e curiosi lo fotografano e scattano selfie, l’albergo, invece, ha piazzato sulla vetrata una gigantografia con la scritta “AS Roma” e il logo del club. La squadra arriverà domani pomeriggio, dopo aver svolto la seduta d’allenamento a Trigoria. I tifosi, invece, arriveranno a Tirana mercoledì con una serie di charter: l’appuntamento per il corteo è previsto alle ore 13 in Kryquezimi 21 Dhjetori. Sempre mercoledì arriveranno anche gli ospiti d’onore e il presidente Friedkin che assisteranno in tribuna alla partitissima. Il ritorno nella Capitale è previsto nella notte tra mercoledì e giovedì, intanto, l’Olimpico è a un passo dal sold-out: sono già 45 mila i biglietti venduti per assistere alla partita sui maxischermi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA