Valzer panchine, Conte e Pochettino nel mirino del Real Madrid. Spalletti in chiusura per il Napoli

Valzer panchine, Conte e Pochettino nel mirino del Real Madrid. Spalletti in chiusura per il Napoli
di Eleonora Trotta
3 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Maggio 2021, 21:32 - Ultimo aggiornamento: 21:35

Un giro storico, senza precedenti. Che coinvolge Conte, Zidane, Pochettino ma anche profili di seconda fascia, come Pirlo, Tudor, Italiano, Gotti e Giampaolo. Sono sempre ore bollenti per gli allenatori protagonisti del dinamico valzer delle panchine: da tempo, infatti, non si registravano così tanti movimenti in Europa e in Italia. L’ennesimo scossone è arrivato mercoledì, con l’atteso addio di Zidane al Real Madrid. Una separazione che non ha sorpreso il numero uno Perez in contatto, da qualche settimana, con l’entourage dell’ex Inter Antonio Conte.

Il tecnico salentino, nel mirino anche del Psg e del Tottenham, piace molto per la sua esperienza internazionale e per il curriculum da vincente. La società iberica, tuttavia, non trascura i contatti con Pochettino (in bilico al Psg, è accostato pure agli Spurs per un possibile ritorno), Raul e Xabi Alonso. Zidane invece potrebbe stare fermo, o aspettare la chiamata della sua Nazionale dopo gli europei.

Conte lascia l'Inter con buonuscita anti "italiane": c'è il Real, Zidane è fuori

FIRMA AZZURRA

Intanto, è tutto pronto per la firma di Luciano Spalletti con il Napoli. Tra le parti c’è un accordo totale per contratto un biennale, con opzione, sui 3 milioni di euro a stagione più bonus. Il manager di Certaldo ora aspetta solo l’ultima via libera dell’Inter, per interrompere il legame valido fino al 30 giugno, e firmare le carte timbrate dagli avvocati da De Laurentiis. La presentazione sarà in grande stile. Il produttore cinematografico vuole stupire ancora dopo aver condotto personalmente la trattativa con l’ex allenatore di Inter e Roma. Spalletti, ricordiamolo, è molto soddisfatto della rosa azzurra. Ha seguito con grande interesse le ultime sfide della squadra campana, ritenuta attrezzata e forte per competere su più fronti.

INCOGNITA

Da Napoli a Torino, dove Pirlo è ancora a caccia della nuova sistemazione. L’ormai ex tecnico bianconero viene descritto deluso per la scelta della Juventus. Si aspettava la conferma con la qualificazione alla prossima Champions League, e adesso punta ad una squadra che possa garantirgli l’attuale stipendio sui 2 milioni di euro. Il suo agente ha avuto colloqui con Sassuolo e Verona, ma quest’ultimo club ha deciso di puntare su Tudor per sostituire Juric. Ed è stato proprio l’attuale tecnico del Torino a segnalare il suo connazionale al Verona. I rapporti tra i due sono ottimi e lo stesso Juric (che a Torino aspetta l’arrivo del difensore Vuskovic) è rimasto molto legato alla sua ex società. Protagonisti del valzer anche Giampaolo e Italiano (Lo Spezia), entrambi sul taccuino di Sassuolo e Sampdoria. Il club ligure, però, è al lavoro per trattenere almeno un’altra stagione il manager artefice di un’incredibile salvezza. Infine Gotti, già sui taccuini del presidente Ferrero, è un’idea concreta del Bologna in caso di addio di Mihajlovic.

Inzaghi all'Inter, c'è l'accordo: l'allenatore ai nerazzurri per due anni. Lazio beffata, Lotito furioso

© RIPRODUZIONE RISERVATA