Tour de France, la gendarmerie fa irruzione nell'hotel della Bahrain Victorious

Tour de France, la gendarmerie fa irruzione nell'hotel della Bahrain Victorious
di Carlo Gugliotta
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Luglio 2021, 12:30 - Ultimo aggiornamento: 12:52

La polizia francese ha fatto irruzione ieri sera nell'hotel di Pau in cui era alloggiata la Bahrain Victorious. Un'irruzione inaspettata, arrivata a cavallo di due delle tappe più importanti di questa edizione della Grande Boucle, fino ad oggi dominata dal talento sloveno della UAE Team Emirates, Tadej Pogacar. La squadra finanziata dagli sceicchi del Bahrain non ha spiegato quali possano essere le motivazioni che abbiano spinto la gendarmerie a fare irruzione nell'albergo.

Il manager della squadra, Milan Erzen, ha affermato: «Niente di speciale, abbiamo avuto la visita della polizia, hanno chiesto i file di allenamento dei corridori e hanno controllato l'autobus. Dopo un'ora hanno concluso il loro lavoro e ci hanno ringraziato. Non ci hanno detto il motivo della visita, ma lo scopriremo oggi tramite i nostri avvocati». 

I sospetti

La Bahrain Victorious è stata al centro di sospetti avanzati dalla stampa transalpina. Già in passato il quotidiano Le Parisen aveva avanzato dei dubbi sulla grande stagione che sta svolgendo la squadra, portando a sostegno della tesi alcune dichiarazioni di due persone che sono da tanto tempo nell'ambiente ciclistico. La squadra ha ottenuto due vittorie al Tour de France, una con Dylan Teuns e un'altra con Matej Mohoric, e può vantare nel proprio organico il campione d'Italia Sonny Colbrelli

La corsa francese vivrà oggi una delle tappe più importanti, in quanto ci sarà il secondo round sui Pirenei con la Pau-Luz Ardiden, 129 km con arrivo in salita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA