Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tour de France, Pogacar cade in discesa e Vingegaard lo aspetta: il bellissimo gesto di fair play

Tour de France, Pogacar cade in discesa e Vingegaard lo aspetta: il bellissimo gesto di fair play
di Carlo Gugliotta
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Luglio 2022, 09:31

Bellissimo gesto di fair play nella diciottesima tappa del Tour de France, da Lourdes a Hautacam di 143 km. Mentre Tadej Pogacar e Jonas Vingegaard sono in piena lotta per la maglia gialla, Pogacar cade a circa 30 km dal traguardo, lungo la discesa del Col de Spandelles, in quanto sbaglia ad affrontare una curva e finisce nella ghiaia. Il corridore danese, che veste la maglia gialla, decide di fermarsi per aspettare il suo più diretto rivale in classifica generale: il vincitore delle ultime due edizioni della Grande Boucle riesce così a rientrare sul suo avversario, e i due si scambiano una stretta di mano, in un gesto di fair play che resterà nella storia del ciclismo. 

"La bici ha dato la precedenza all’essere umano e quindi l’ho aspettato", ha affermato Vingegaard dopo la vittoria di tappa. Dopo aver aspettato Pogacar, infatti, il danese è riuscito anche a vincere la tappa, mettendo una seria ipoteca sulla maglia gialla che verrà assegnata domenica a Parigi. "Non è finita, mancano ancora tre giorni a Parigi e sabato c'è una cronometro importante - ha spiegato il danese -, stamattina ho chiamato la mia compagna e mia figlia e ho detto loro che avrei voluto vincere per loro. Sono felice di esserci riuscito, ne sono davvero orgoglioso". Tadej Pogacar, vincitore del Tour nel 2020 e nel 2021, ha invece affermato: “Non è bello cadere, ma è stata solamente colpa mia. Jonas è stato davvero fortissimo oggi e immagino che il Tour sia finito. Darò comunque tutto fino a Parigi. Aver perso dei compagni di squadra nel corso di queste tappe ha inciso, ma Jonas ha dimostrato di essere il più forte in questo Tour”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA