Ameria Festival sfida il Covid. Il quarto week end è sotto il segno di Gershwin e Morricone.

Venerdì 23 Ottobre 2020 di Francesca Tomassini

AMELIA- "Ameria Festival sfida il Coronavirus". A dirlo lo stesso patron del festival Riccardo Romagnoli che nonostante le restrizioni e il bollettino dei contagi sul territorio sempre crescente, ha deciso di continuare con la programmazione. Perciò venerdì 23 ottobre, nel quarto week end del festival, a salire sul palco sarà il duo pianistico formato da Paola Biondi e Debora Brunialti. Accompagnate dal maestro Aurelio Canonici, proporranno  una serata interamente dedicata a due pietre miliari della musica moderna e contemporanea e, in modi diversi, protagonisti della storia del cinema: Ennio Morricone e George Gershwin. 

"La bellezza, la cultura -ha spiegato- ci aiutano in questo momento così difficile. basta fare attenzione e rispettare pedissequamente la normativa in vigore". 

In programma durante la serata, l’esecuzione delle più celebri colonne sonore nate dal genio di Morricone: da Mission e Nuovo Cinema Paradiso a  Il buono, il brutto e il cattivo;  da  C'era una volta il West a  C'era una volta in America. Non mancheranno i Six morceaux di Rachmaninov e la Rapsodia in blu di Gershwin.

Sabato 24 ottobre sarà la volta della prosa. Si chiama “Toghe in giallo” ed è una compagnia teatrale composta da avvocati penalisti e giudici in carriera che ripropongono in tutta Italia alcune rievocazioni storico-giudiziare usando l’arte della drammatizzazione. Andranno in scena con lo spettacolo “Il duello delle due regine” ispirato al dramma di "Maria Stuarda" di Schiller. Una ricostruzione particolareggiata e profondamente aderente alla storia del processo-farsa voluto da Elisabetta d'Inghilterra contro Maria Stuart, regina di Scozia, sino al tragico epilogo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA