Mostra ad Amelia sul Germanico a duemila anni dalla scomparsa del condottiero

Giovedì 10 Ottobre 2019 di Beatrice Martelli
AMELIA Il 10 ottobre di duemila anni fa moriva il condottiero Germanico, figlio adottivo dell’imperatore Tiberio, al culmine della sua carriera politica. Proprio nell’esatto giorno dell’anniversario, oggi 10 ottobre 2019, aprirà al Museo Archeologico di Amelia la mostra «Germanico Cesare... a un passo dall’impero». La sua scomparsa fu assai sentita nell’Impero Romano, tanto che fu ricordata con numerosi monumenti in suo onore: un’importante testimonianza, infatti, è rappresentata dalla statua loricata in bronzo rinvenuta nel 1963 proprio ad Amelia. Si tratta dell’unica statua bronzea del generale giunta fino a noi. La mostra, inoltre, si compone di una sequenza di installazioni digitali per ripercorrere la vita, le relazioni e la morte di Germanico poste in un «contesto teatrale». Così  i visitatori troveranno supporti adatti a tutti, esperti, adulti, ragazzi e bambini. La mostra sarà visitabile dalle 16.30 e rimarrà aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2020.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani