Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, Dzeko vola in Turchia ma solo per relax. Pellegrini, rinnovo in cantiere

Roma, Dzeko vola in Turchia ma solo per relax. Pellegrini, rinnovo in cantiere
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Giugno 2021, 13:32

L’uragano Josè Mourinho arriverà come previsto verso la fine di giugno e il periodo che precederà il suo sbarco nella capitale servirà a Pinto (in queste ore in Portogallo con la famiglia) per organizzare il mercato in entrata e uscita e far trovare allo Special One una squadra pronta all’uso al netto dei calciatori che parteciperanno all’Europeo.

Dovrebbe rispondere presente i primi di luglio Edin Dzeko che in queste ore si trova a Marmaris in Turchia per trascorrere parte delle sue vacanze assieme alla famiglia. Una location che ha fatto suonare un campanello d’allarme tra i tifosi, perché Edin in passato è stato accostato al Fenerbahce. Inoltre, il pericolo di un addio è concreto visto che sarà il suo ultimo anno di contratto con la Roma, ma trovare un club disposto a spendere in un paio di anni più dei 7,5 milioni che percepirà dai giallorossi in uno non è un’impresa semplice. I Los Angeles Galaxy avrebbero sondato il terreno, ma per il momento non c’è nulla di concreto.

Intanto, tra le decine di richieste recapitate a Edin per la partecipazione a eventi in tutta Europa, lui ha risposto sì ai Giochi Sportivi Giovanili in Bosnia: «È un onore e un piacere far parte di questo progetto e sosterrò in futuro ogni iniziativa che abbia a che fare con i bambini». 

Quando rinnova il contratto Lorenzo Pellegrini

Questione meno spinosa, ma comunque degna di attenzione è quella di Lorenzo Pellegrini che in inverno ha ereditato la fascia di capitano proprio da Dzeko. Il suo contratto scadrà a giugno 2022 e la Roma assieme al suo agente si sono incontrati pochi giorni fa per cominciare a intavolare la trattativa per il rinnovo, rimandata, però, a fine Europeo. Il motivo? Lorenzo vuole essere presente per discutere l’ingaggio più importante della sua carriera.

Cristante e Mancini, gemelli divisi dalla Nazionale

Tiago Pinto è consapevole che Pellegrini sarà il simbolo della nuova Roma ed è per questo che nella conferenza stampa di insediamento avvenuta lo scorso gennaio è stato l’unico calciatore della rosa che ha nominato in chiave mercato: «È giovane, ha talento ed è profondamente legato alla Roma. Presto faremo quello che serve per chiudere il rinnovo».

Ci sarà ancora da attendere, ma le parti sembrano aver trovato piena sintonia dopo un disallineamento iniziale, anche se non si è discusso ancora di cifre: attualmente Lorenzo ha un contratto che si autoalimenta da solo grazie ai bonus legati a gol, assist e presenze che poi diventano la base dell’annata successiva. La cifra che percepisce è di circa 2,5 milioni a stagione, il suo obiettivo sarebbe arrivare almeno a 4,5 più bonus.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA