Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, Cristante al bivio: rinnovo o cessione. Milan interessato, ma Mourinho non vuole perderlo

Roma, Cristante al bivio: rinnovo o cessione. Milan interessato, ma Mourinho non vuole perderlo
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Martedì 21 Giugno 2022, 10:09 - Ultimo aggiornamento: 10:10

L’esito della partita che riguarda Bryan Cristante non è così scontato. Con l’arrivo di Matic, quello probabile di Frattesi e un regista, il nazionale azzurro rischia di diventare una riserva di lusso. Il suo contratto scadrà nel 2024, come quello di Zaniolo, e questa estate è necessario rinnovarlo se si vuole dare continuità alla sua carriera in giallorosso. Le richieste, però, sono da titolare: 3 milioni netti a stagione più bonus fino al 2026. Un contratto come quello che ha stipulato Gianluca Mancini, lui sì titolare indiscusso e leader del reparto. Ecco, dunque, che potrebbero aprirsi due trattative per Bryan: una per il rinnovo e un’altra per la cessione. Mourinho vorrebbe tenerlo in rosa, lo stima e lo reputa un calciatore fedele al suo progetto, ma non lo ha messo nella lista degli “assolutamente incedibili”. Quella in cui c’è la spina dorsale della squadra formata da Rui Patricio, Smalling, Mancini, Pellegrini e Abraham. Quindi, in caso di offerta pari o superiore ai 20 milioni, i giallorossi potrebbero cederlo.

Milan interessato a Cristante

A chi? Il Milan è uno dei club interessati, dopo che Renato Sanches è entrato in orbita Psg. Cristante incarna il giocatore perfetto per i rossoneri, capace di giocare trequartista e in mediana, con un buon piede e un passato a Milano che renderebbe tutto più semplice. Alla finestra ci sarebbe anche il Siviglia di Monchi. L’alternativa, come detto, è l’adeguamento contrattuale a cifre congrue per il giocatore: attualmente guadagna 1,8 milioni e l’ultimo rinnovo lo ha firmato a gennaio 2020. Il procuratore è Giuseppe Riso, lo stesso che sta spingendo per Frattesi alla Roma, stesso ruolo ma giocatori diversi che potrebbero alternarsi in una stagione lunga più di 50 partite. Nei prossimi giorni Pinto volerà a Milano dove avrà un incontro con l’agente per pianificare il futuro di entrambi i giocatori. L’ideale per Mourinho sarebbe averli a disposizione insieme per formare con Matic e un regista un centrocampo da Champions.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA