Firme e vignette: le rock star lasciano il segno sul muro dell'Auditorium

Venerdì 2 Agosto 2019 di Laura Larcan
Fiorella Mannoia al

Se le star del cinema lasciano le impronte delle mani, le celebrità grintose del rock si divertono a “firmare”. Nome, cognome, un pensiero, un disegno, un ghirigoro. Bastano un pennarello nero indelebile e un maxi-pannello et voilà, il mito è servito. Dalla Walk of Fame al Wall of Fame, l’Auditorium Parco della Musica inaugura il suo “muro delle celebrities”. Una collezione di firme di tutti i grandi artisti passati nella cavea per il Roma Summer Fest. I più curiosi lo possono ammirare da oggi presso la biglietteria. Il progetto, nato da un’idea originale della Fondazione Musica per Roma, è giunto alla terza edizione. I primi ad inaugurarlo sono stati i Maneskin. Ogni firma, un aneddoto. Ben Harper, dopo aver firmato il wall ha improvvisato un live al piano social in biglietteria stupendo i fans. Il super fashion Jared Leto, vedendo per la prima volta le cupole di Renzo Piano, ha esclamato: belle queste tartarughe! I Bowland hanno lasciato una dedica in persiano: «un onore suonare in questo tempio della musica».
 

 

Accompagnati dal loro cane Pepita hanno chiesto una visita delle sale dell’Auditorium. IToto hanno regalato la firma più bella, con tanto di logo. I Cinematic Orchestra hanno scritto «Thank you Roma». Peace and Love per i Take That. Viva la libertà, per Fabrizio Moro. One Love, per la Angelique Kidjio che ha fatto salire il pubblico sul palco. Una maratona di firme. Per Il Volo, Gazzelle, Tears for Fears, Skunk Anansie, Thirty Second To Mars, Irama, Diana Krall, Massimo Ranieri, Nick Mason, Rufus Wainwright, Fiorella Mannoia. Non sono mancati gli ospiti amici delle star che si sono divertiti a lasciare un segno sul wall: Tommaso Paradiso che ha duettato con i Tiromancino e Alessandra Amoroso che ha scritto «All’entusiasmo di questo Auditorium». Emma Marrone che ha sorpreso sul palco Jared Leto. Eccolo qui, il nuovo Wall of Fame, esposto accanto agli altri due che raccontano il passaggio di grandi star, da Sting a Noel Gallagher, da Alanis Morissette ai Franz Ferdinand, passando per Johnny Depp, Patti Smith, Ringo Starr. E che dire della platea ad alto tasso glam di questa edizione? Benigni ospite privato di Diana Krall, Renato Zero è arrivato ad ascoltare i Toto, Nanni Moretti la sua amata Fiorella Mannoia. Per i Bowland c’era Claudia Pandolfi, per Aurora invece Martina Attili. E per la seratona Thom Yorke? Woody Harrelson, Edward Norton. 

Ultimo aggiornamento: 12:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma