Musica d'autore e dischi d'epoca, con Max Gazzè e Claudio Simonetti tutti pazzi per i vinili

Musica d'autore e dischi d'epoca, con Max Gazzè e Claudio Simonetti tutti pazzi per i vinili
di Gustavo Marco Cipolla
4 Minuti di Lettura

Alchimie musicali, passioni che non si sono spente a causa della pandemia. Nuovi incontri all’aperto e in sicurezza, pensando al mondo cantautorale che ha subito lo stop dei live. Ma la musica non è finita e gli amici, questa volta, non se ne vanno. Dalla Prenestina al rione Spinaceto, passando per l’isola pedonale del Pigneto, happening e aperitivi riaccendono la movida capitolina che sembrava un lontano ricordo confinato al lockdown. Per i fan dei dischi d’epoca, nel noto hotel Mercure in viale Eroi di Cefalonia, il Music Day Roma contagia estimatori e collezionisti di vinili con una due giorni ricca di memorabilia, pezzi introvabili, cimeli rari e preziosi. Circa 60 gli espositori provenienti da ogni parte dello Stivale in uno spazio di 2500 metri quadrati dove, per entrare, la mascherina è d’obbligo e gli assembramenti, ça va sans dire, sono vietati.

Parco della Musica, tornano le star e il pubblico: il maxi cartellone dei concerti dall'8 giugno al 3 ottobre Date, prenotazioni e informazioni

Bob Dylan, gli 80 anni del cantautore profeta dei diritti civili

Federico Zampaglione, nuovo film da regista con "Morrison": «Dopo il cinema horror, è come un'altra canzone dei Tiromancino»

Stand informativi del Mei, il Meeting delle etichette indipendenti, e di Bauli in piazza (Bip), l’iniziativa che ha coinvolto mille artisti e operatori che chiedevano risposte e tutela alle istituzioni per i lavoratori dello spettacolo fermi da oltre un anno. Con Federico Fiume ad accogliere i visitatori ci sono Maurizio Cappellini, membro di Bip che illustra la piattaforma dell’associazione, e il compositore Claudio Simonetti, che ha collaborato ai film di Dario Argento, insieme al suo gruppo, i Goblin. Grande attesa per lo special guest Max Gazzè, che ha presentato l’edizione in vinile dell'ultimo album, “La matematica dei rami”, realizzato con la Magical Mistery Band capitanata dal compagno di tante avventure, Daniele Silvestri, e formata da celebri strumentisti.

Registrato in presa diretta allo studio Terminal 2 della Capitale, il ricercato lavoro artistico riporta Gazzè davanti agli applausi dei numerosi ammiratori muniti di gel igienizzante, in fila per un autografo sulle copie. Arrivano Jack La Cayenne e Filippo De Masi. Se poi l’etichetta Beat Records, specializzata nell'ideazione di colonne sonore per il cinema, ha acceso i riflettori sulle novità nel campo della produzione discografica, in anteprima, tra le altre, è stata svelata quella su cd della pellicola “Straziami, ma di baci saziami” composta da Armando Trovajoli. Guido Bellachioma, Davide Pistoni, Francesco Isola e Paul Mazzolini, alias Gazebo, lanciano il disco “Stratosferico”, tributo al frontman degli Area Demetrio Stratos e firmato Divae Project.

Nel giardino di Largo Venue, in via Biordo Michelotti, la proiezione di concerti che hanno fatto la storia: una serie di appuntamenti contingentati rock’n’soul animano i weekend romani. Da Amy Winehouse a Kurt Cobain e i Nirvana sul maxischermo, sino alla finale dell’Eurovision Song Contest, vinta dai Måneskin, con il rinnovato percorso espositivo “Scienza, Sostantivo Femminile”. Un viaggio attraverso la vita delle donne che, dall'antichità all'800, hanno contribuito al progresso scientifico. Laboratori, workshop e divertimento en plein air a tutto sound rispettando il distanziamento.

Domenica 30 Maggio 2021, 12:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA