Ballottaggio Roma, «Ricordati di piazzale Loreto»: scritte fuori dal comitato Michetti. La solidarietà di Gualtieri

Ballottaggio Roma, «Ricordati di piazzale Loreto»: scritte fuori dal comitato Michetti. La solidarietà di Gualtieri
2 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Ottobre 2021, 10:37 - Ultimo aggiornamento: 19:35

«Fascista, ricordati piazzale Loreto» e per firma una stella a cinque punte. Questa una delle scritte, assieme a "fascista", comparse davanti al comitato del candidato sindaco a Roma Enrico Michetti. Lo denuncia il comitato dell'aspirante primo cittadino del centrodestra.

«E' stato profanato il mio comitato. Hanno scritto fascista accanto a "Michetti sindaco". Non sono fascista. Ho avuto una sola tessera: quella della Dc. Sono entrato in oratorio con l'Azione cattolica e sono sempre stato guidato da ideali degasperiani. Sono sconcertato che si arrivi a livelli così bassi per 'uccidere una personà», ha commentato Michetti, durante il confronto con il dem Roberto Gualtieri, al TgR. 

La solidarietà di Gualtieri

Quanto avvenuto al comitato elettorale di Michetti nella notte «è deprecabile, bisogna sempre rispettare le persone, io lo ho sempre fatto, ho criticato la presenza di candidati di Casapound nelle sue liste ma su questo Michetti ha la mia solidarietà», il commento (sempre durante il confronto tv) del candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri.

Interviene la scientifica

La polizia scientifica è arrivata intorno alle 11.30 al comitato di Michetti per accertamenti dopo che la sede elettorale  è stata vandalizzata la scorsa notte con la scritta seguita da una stella a cinque punte, delle Br. Michetti è arrivato da poco al comitato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA