ROMA

«Economia circolare, sfida da cogliere», Gualtieri-Costa, le ricette sulla plastic tax

Giovedì 31 Ottobre 2019 di Jacopo Orsini
1
«Economia circolare, sfida cogliere», Gualtieri-Costa, le ricette sulla plastic tax

Cambiare il sistema per renderlo più sostenibile. Di economia circolare, nuovi modelli di sviluppo e mobilità intelligente si è discusso ieri all'Auditorium di Roma in una giornata di incontri e tavole rotonde organizzata dal Messaggero a cui hanno partecipato ministri, economisti e manager. Se l'obiettivo è chiaro per tutti, non sempre su come arrivarci c'è identità di vedute. «Cambiare i comportamenti dei cittadini è il requisito preliminare» per promuovere l'economia circolare, ha detto il direttore del Messaggero, Virman Cusenza, aprendo i lavori davanti a una sala affollata di studenti. In platea anche l'editore del Messaggero, Francesco Gaetano Caltagirone.

Alberto Minali (Cattolica): «Economia circolare applicata alle persone»


IL SISTEMA PRODUTTIVO
«Un sistema ecocompatibile non si fa con le tasse, si fa con gli incentivi. Questo mi ha spinto a fare il decreto Clima, dove si parla di incentivi», ha sottolineato il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. L'imposta sulla plastica prevista in manovra «va assolutamente rimodulata, ci sono le plastiche compostabili che sono una realtà importante per l'Italia e che vanno nel compost», ha proseguito Costa. Salvo quindi da nuovi balzelli tutto ciò che è «compostabile, riciclabile e biodegradabile». L'obiettivo, ha insistito il ministro, è quello di «aiutare quelle aziende che vogliono cambiare il sistema produttivo». Tassare «tutto ciò che non è riciclabile ha un senso. Ciò che è riciclabile non va assolutamente tassato. Ne stiamo parlando, sicuramente una quadra la troviamo».

«L'imposta sulla plastica ha lo scopo di disincentivare i prodotti monouso e promuovere materie compostabili ed eco-compatibili», ha puntualizzato nel suo intervento il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri. «Non è un'imposta generalizzata sulla plastica, materiale di cui difficilmente riusciremo a fare a meno, ma ha l'obiettivo di limitare l'impiego di oggetti che usi una volta e rimangono nell'ambiente per centinaia di anni», ha rimarcato il titolare di via XX Settembre. «L'imposta sarà per esempio applicata sulla bottiglietta d'acqua ma non sulla borraccia che viene riempita più volte», è stato poi l'esempio fatto dal ministro che considera la sostenibilità «al centro dell'azione del governo». «La circolarità - ha continuato Gualtieri - e la sostenibilità sono collegati. Se non neutralizzeremo le emissioni, siamo in pericolo. Tutto questo si intreccia con il sistema produttivo. Deve essere principio ispiratore dell'azione di governo».

L'editoriale Cusenza: «Stop ai fanatismi green, più incentivi, non imposte»

L'INNOVAZIONE
Il ministro dell'Economia ha poi ribadito che l'esecutivo non taglierà i fondi per «scuola, università e famiglia come qualcuno ci aveva suggerito». «A chi diceva che reperire le risorse fosse facile facendo sei miliardi di tagli lineari ho detto no, non togliamo un euro a questi settori», ha rivendicato Gualtieri. «Dobbiamo mettere al centro della manovra gli investimenti perché senza investimenti non c'è futuro», ha affermato ancora il ministro. Il governo studia poi l'emissione di green bond, cioè titoli di Stato «vincolati specificatamente alla sostenibilità dell'economia». «Introdurremmo anche un incentivo per l'innovazioni dei processi produttivi che sostenga la riconversione verso la produzione di bioplastiche o di plastiche compostabili, che non saranno soggette all'imposta», ha quindi annunciato il responsabile del Tesoro. Tutte misure con l'obiettivo di disincentivare i materiali monouso. Nella manovra appena messa a punto dall'esecutivo inoltre c'è il rilancio di Industria 4.0 per sostenere gli investimenti in innovazione delle aziende. Con questo provvedimento, ha ricordato il ministro, il governo stanzia in particolare 420 milioni per finanziare un credito di imposta alle aziende mirato a spingere gli investimenti a favore della sostenibilità e dell'economia circolare.

Ultimo aggiornamento: 17:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma