Pasquale Chiarelli al “Santa Maria”e Massino De Fino all'Usl nominati direttori generali
per il triennio 2021-2023

Pasquale Chiarelli al “Santa Maria”e Massino De Fino all'Usl nominati direttori generali per il triennio 2021-2023
di Umberto Giangiuli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 31 Dicembre 2020, 18:14 - Ultimo aggiornamento: 18:23

Come annunciato anticipatamente nei giorni scorsi dal Messaggero, la presidente delle Giunta Regionale Donatella Tesei, in accordo con l'esecutivo di palazzo Donini ha provveduto alla nomina dei quattro direttori generali delle Aziende Umbre, in  scadenza di mandato.

All'ospedale di Terni è stato riconfermato Pasquale Chiarelli mentre  all'Usl 2 Massimo De Fino. I due rimaranno in carica per tre anni come direttori e non più come commissari straordinari. Adesso il prossimo passo sarà la nomina dei direttori sanitari e amministrativi. I nomi che circolano sono diversi. Sarà compito dei nuovi direttori generali nominare i loro collaboratori che andranno a formare la "squadra" che rimarrà in carica per i prossimi tre anni, dal 2021 al 2023. Ed intanto impazza il toto nomine. A Chiarelli il compito più difficile. Da nominare sono due importanti ruoli, in quando Sandro Vendetti è prossimo alla pensione e Stefano Carlini, direttore amministrativo, si è dimesso qualche settimana fa dall'incarico. Sulla piazza capaci di amministrare un'azienda non ce ne sono molti in questo momento. Ci sono, però, proprio in ospedale, figure di esperienza, come tanto per fare un esempio Riccardo Brugnetta e Cinzia Angione.  Situazione un pò più tranquilla in via Bramante, De Fino può sempre contare su Piero Carsili oppure su professionisti esterni. Poi c'è anche da nominare il direttore sanitario che, in questa pandemia riveste  particolare importanza.  E su questo circola il nome di Camillo Giammartino che, però, potrebbe anche essere utile all'ospedale.  «Ringrazio la Regione - ha dichiarato il direttore generale  dell'Usl Massimo De Fino - per la stima e la fiducia ancora una volta accordatami. È stato un anno difficile e di impegno proficuo grazie al lavoro di squadra coordinato con la  task force regionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA