Lazio, l'oro all'estero: Lainez e Yazici

Mercoledì 12 Giugno 2019 di Alberto Abbate, Valerio Cassetta
1
Pensa positivo in vacanza nella City. I bicchieri sono ancora mezzi vuoti, ma Inzaghi a New York li ha già ben disposti. Continua a dire che ripartirà dal 3-5-2, ma il mercato non fa altro che convergere verso il 4-4-2 o il 4-3-3, parlando di ali. Non solo Adekanye, non solo l’occasione (fatta con il Malaga per 4,5 milioni più uno di bonus) Jony. Scordatevi la suggestione di un ritorno del figliol prodigo Keita, neanche troppo gradita ai tifosi. In compenso però spunta il gioiello Diego Lainez del Betis. Messicano di diciannove anni, paragonato in patria a Lozano, mancino con entrambi i piedi fatati. Dodici presenze nell’ultima Liga, ha però esordito in Europa e segnato una rete (nel 3 a 3 col Rennes) allo scadere straordinaria. Il Betis lo aveva preso lo scorso inverno dal Club America, mettendo sul piatto 14 milioni divisi in 3 rate. La Lazio vorrebbe inserirsi pagandone due più un indennizzo al club spagnolo, in debito per l’affare “rotto” Durmisi. Lainez è un craque, somiglia a Messi per i centimetri: 167 per 58 chilogrammi. E’ un bimbo a zig zag, che ha esordito in Nazionale a 17 anni. Gioca a sinistra, ma può svariare su tutta la trequarti. A livello mondiale è uno dei migliori prospetti. 
SONDAGGI
Insomma fra il dire e il fare, c’è sempre di mezzo Tare. Inzaghi (almeno di facciata) avrà pure invocato giocatori pronti, ma il suo fido amico ds sta continuando a sondare i baby gioielli. Al di là di dichiarazioni e indiscrezioni, prosegue spedita la decennale strategia biancoceleste di scouting. Al momento, a parte quelli offerti (da Robben a Schurrle passando per Darmian), non c’è traccia di nomi famosi, né stranieri né italiani. La Lazio cerca rinforzi aggrappandosi al fiuto albanese di talenti emergenti. Così se Lotito tratta direttamente con Preziosi Biraschi, Tare pare abbia individuato un profilo giusto per la difesa fra alcuni giovani inglesi: costano intorno ai 14 milioni, sono nel giro della Nazionale, piacciono Collum Chambers, 24enne dell’Arsenal, e Jamal Lascelles, un anno più grande, del Newcastle. Club insieme al West Ham sulle tracce di Wesley, sul quale il diesse non transige: pretende che stavolta Lotito investa i 20 milioni, c’è un ultimatum al Bruges. Al momento no all’alternativa Petagna, che Inzaghi inserirebbe comunque al posto di Caicedo volentieri in rosa. 
EREDITÀ
Continuano a rimbalzare nomi dalla Turchia. Sembra praticamente impossibile arrivare ad Elmas, inseguito da mezza Europa. Nel Fenerbahce c’è piuttosto l’idea Jalison per sostituire Badelj in uscita (Bordeaux, Aston Villa e West Ham su di lui): costerebbe 12 milioni, il triplo rispetto a quanto il club turco aveva versato al Gremio per il mediano 23enne di 187 centimetri. Statura e prezzo simile per il 22enne Yusuf Yazici del Trabzonspor: scansato l’assalto del Lille, per lui sì che Tare vuole fare sul serio. Ventidue gol e ventuno assist nelle ultime quattro annate, potrebbe essere davvero questo turco, guerriero jolly nel rombo di centrocampo, l’erede di Milinkovic. Eppure, proprio da quest’ultimo, dovranno arrivare i soldi: se Sergej non partirà entro i primi di luglio, sarà impossibile spendere certe cifre per tutti gli acquisti. Sarebbe tutto diverso con in mano un budget di oltre 100 milioni. Altro che bicchieri, a Formello riempirebbero i boccali. 
Ultimo aggiornamento: 09:14


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I lucchetti di Ponte Milvio si aprono con le chiavi di Villa Pamphili

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma