Nainggolan firma il successo dell'Inter contro la Sampdoria: 2-1. Fischi per Icardi e Wanda Nara

Domenica 17 Febbraio 2019 di Salvatore Riggio
1

Prima o poi Nainggolan sarebbe dovuto tornare. Ne è sempre stato convinto Luciano Spalletti, che al gol del belga, entra in campo, rompendo un po’ gli schemi. Grazie al gol diRadja, l’Inter vince 2-1 contro la Sampdoria e torna a +4 dal Milan, consolidando il terzo posto. Succede tutto in 6’ della ripresa. Quando sembra che i nerazzurri, nonostante giochino meglio dei blucerchiati, non riescano a trovare il gol, Perisic si inventa il passaggio in area che D’Ambrosio deve soltanto appoggiare in rete. Decisiva l’iniziativa del croato, proprio il giocatore che negli ultimi giorni è stato descritto come quello più distante da Icardi, out per il problema al ginocchio destro, ma presente a San Siro con Wanda Nara (ed entrambi fischiati quando vengono inquadrati sui maxischermi dello stadio). Però, la Sampdoria reagisce dopo soltanto 3’ con un gol di Gabbiadini che, appena entrato in campo, si ritrova un’ottima palla in area, anticipaSkriniare insacca alle spalle di Handanovic. Una beffa incredibile, viste le tante difficoltà della Sampdoria al Meazza. Ma lo slovacco si fa perdonare a dopo soltanto 2’ appoggia a Nainggolan il pallone del 2-1. Una vittoria importante, la seconda dopo che è scoppiato il caso Icardi.

LA CRONACA 

LE FORMAZIONI UFFICIALI
INTER:
 Handanovic; D'Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Dalbert; Gagliardini, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez.
SAMPDORIA:  Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Saponara; Quagliarella, Defrel.

Ultimo aggiornamento: 22:57


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chi tira tardi per spiare i cellulari

dei figli, con l’incognita password

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma