La Virtus Bologna vince soffrendo a Pesaro. Trento dilaga contro Brescia

Sabato 20 Marzo 2021 di Marino Petrelli
La Virtus Bologna vince soffrendo a Pesaro. Trento dilaga contro Brescia

La Segafredo Bologna prima domina, rischia di perderla, poi trova un finale da grande squadra e vince in casa della Vuelle Pesaro. Tutti a referto per la Virtus che tira 4/20 da tre ma prende 47 rimbalzi contro 35. Pesaro è alla terza sconfitta consecutiva dopo la finale di Coppa Italia persa contro Milano. L’Aquila Trento vince invece la sua seconda partita consecutiva (dopo otto sconfitte) e risale in classifica. Decide il secondo tempo da 45-27 contro una Brescia che tira con il 28 per cento da tre e perde 19 palloni. 

Nell’anticipo di ieri, la Fortitudo Bologna vince con il brivido. Avanti di sei punti a 13 secondi dalla fine, subisce la tripla del meno tre e perde palla. Il tiro di Koponen che vale il pareggio per Reggio Emilia viene prima convalidato, poi annullato all’instane replay. Finisce 71-68 e Bologna rialza la testa, mentre Reggio resta sempre ultima. Domani il derby lombardo tra Milano e Cantù (si gioca nonostante in casa canturina oggi siano state riscontrate alcune positività nel gruppo squadra). Cremona ospita Treviso, mentre tra Trieste e Venezia è in palio il temporaneo quinto posto. Rinviata Brindisi contro Sassari per la quarantena imposta dalla Asl sassarese alla Dinamo.


DOLOMITI ENERGIA TRENTO - GERMANI BRESCIA 91-67

Partita a metà tra la zona salvezza e la lotta per un posto per i playoff. Grande equilibrio nei primi venti minuti. Trento parte bene, 14-8, ma Brescia si riavvicina e pareggia 24-24 al decimo. Un parziale da 0-5 manda avanti gli ospiti 37-38 al 16esimo, ma l’Aquila trova il guizzo a fine periodo e chiude avanti 46-40. Al rientro in campo Trento cambia passo, Sanders e Morgan danno il 57-45, poi Browne (alla fine 16 punti e 7 assist) piazza assist e triple. Al 30esimo è 69-53. Williams (20 punti e 11 rimbalzi) e Forray affondano l’81-59 al 34esimo e la partita è ormai indirizzata. La Leonessa segna appena sette punti negli ultimi 5 minuti. Finisce 91-67. Trento lascia l’ultimo posto in classifica e riavvicina Brescia a quota 18

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO - SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 70-75

Pesaro ritrova in panchina il suo allenatore Jasmin Repesa, tornato dopo il Covid19. Dopo un avvio in vantaggio 8-6, Pesaro tira malissimo da tre (1/10) e la Virtus ringrazia e sorpassa. Al decimo è 9-15, al 14esimo 12-21. Bologna difende molto, Adams (rimasto in panchina per 40 minuti la scorsa settimana a Brindisi) è ispirato con 8 punti in fila. Al 17esimo è 23-36, al riposo lungo è 28-37. Pesaro prova a rimanere agganciata in partita, 40-48, ma Bologna ha più soluzioni in attacco con Pajola, Teodosic e Hunter che trovano il 44-55, poi 49-57 al 30esimo. Nonostante pessime percentuali da tre punti, la Vuelle si riavvicina 57-59 al 33esimo con cinque punti di Filipovity (25 punti con 4/9 da tre). Repesa viene espulso per doppio fallo tecnico, Cain (16 punti) pareggia sul 59, Tambone segna il 64-61 per un vantaggio che mancava da oltre 32 minuti. Time out e parziale da 2-10 per il 66-71. I tiri liberi regalano la vittoria 70-75 alla Virtus pur tirando 4/20 da tre (Pesaro 7/31) ma prendendo 47 rimbalzi contro 35. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA