Serie A, anticipi: Trento, primo sorriso in campionato. Cremona batte anche Varese

Sabato 17 Ottobre 2020 di Marino Petrelli

Trento passa a Pesaro e da questa sera nessuna squadra è a zero punti in classifica. L’Aquila trova il primo successo in campionato guidando dal primo all’ultimo minuto. Pesaro, dopo la vittoria a Venezia, è rimandata. Cremona ottiene la sua seconda vittoria consecutiva battendo nel derby una Varese spenta e mai in partita. Domani la Virtus Roma farà visita alla lanciatissima Olimpia Milano, Meo Sacchetti torna a Sassari da ex con la sua Fortitudo Bologna, Brescia contro Trieste è partita interessante. Virtus Bologna, Cantù e Brindisi hanno la possibilità, tutte e tre in casa, di rendere la propria classifica ancora più interessante

 

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO - DOLOMITI ENERGIA TRENTO 57-71

 

Solo 200 spettatori alla Vitifrigo Arena. I presidente di Pesaro, Ario Costa, minaccia di portare la squadra a Rimini dove si potrebbero avere almeno 700 spettatori per l’ordinanza della Regione Emilia Romagna. Sul campo la Carpegna Prosciutto soffre l’avvio di Trento, 3-7 al quarto 8-16 al decimo. Pessime percentuali al tiro di Pesaro, l’Aquila allunga 12-25 al 15esimo. Pesaro, pur tirando 0/13 da tre punti, rientra 24-31 con cui si va al riposo lungo. Zanotti con sette punti in fila suona la carica per il 33-34. Trento, pur senza brillare, resta avanti 40-46 al 27esimo e 47-53 all’ultimo riposo. Le triple di Maye e Morgan ridanno fiato a Trento: 49-60 al 35esimo. Pesaro tenta un riavvicinamento, 54-60, ma scelte di tiro completamente sbagliate e percentuali improponibili da tre (4/33 alla fine), lasciano strada agli ospiti che passano 57-71. Maye, 17 punti, e Williams, 15 punti e 8 rimbalzi, i migliori di Trento, per Pesaro , Cain è l'unico in doppia cifra con 15 punti.  

 

VANOLI CREMONA . OPENJOBMATIS VARESE 80-67

 

Cremona alla seconda vittoria consecutiva con una partita molto solida. Avanti 13-7 al quarto, poi 26-14. Al decimo è 26-18. La Vanoli insiste: 34-24 al 14esimo, 47-33 al riposo lungo con quasi il 70 per cento da due punti e 22 rimbalzi contro 14. Anche al ritorno in campo Varese non c’è: al 23esimo è 54-37, al 30esimo è ancora 62-49 per i padroni di casa. Il vantaggio resta costante tra i 13 e i 15 punti e quando Mian (15 punti alla fine) segna il 71-53 al 35esimo la partita è di fatto chiusa. Cremona dilaga e vince 80-67. Quattro giocatori in doppia cifra, 49 rimbalzi contro 30, 62 per cento da due punti. A Varese non basta il solito Scola da 24 punti e Strautins da 18. Il 20 per cento finale da tre punti è troppo poco per vincere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA