Impresa Cremona contro la Virtus Bologna. Prima gioia per la Fortitudo

Sabato 10 Ottobre 2020 di Marino Petrelli
Foto twitter Lega Basket

Anticipi tutti concentrati a Bologna. Si gioca con pubblico sia alla Unipol Arena che in Fiera, potrebbero essere le ultime due partite con spettatori sugli spalti. Impresa Cremona contro la Virtus Bologna che rimonta dal meno 21 al meno uno a pochi secondi dalla fine con un ultimo quarto da 33-15. Gli ospiti trovano la prima vittoria con un Poeta stratosferico, 28 punti e 7/8 da tre. Hommes lo sostiene con 23 punti. Il 52 per cento da tre punti è la ciliegina di una serata fantastica per la Vanoli. La Fortitudo trova invece la sua prima vittoria in campionato contro una Trento molto discontinua. La squadra di coach Sacchetti trova finalmente i suoi “tenori” Aradori e Banks che segnano insieme 33 punti. Fantinelli ne fa 21 con 8/8 dal campo. In doppia cifra anche Happ e Whiters.

 

Domani la Virtus Roma attende Sassari senza Evans, operato oggi al tendine di Achille, e con Bean in dubbio. Venezia contro Pesaro e Reggio Emilia contro Brindisi sono due partite da seguire. A Trieste, senza tre infortunati, arriva l’Olimpia Milano che questa sera ha saputo della positività di tre giocatori dell’Asvel Villeurbanne, squadra contro cui ha giocato venerdì sera in Eurolega. Chiude la giornata il derby lombardo tra Varese e Cantù. 

 

SEGAFREDO BOLOGNA - VANOLI CREMONA 92-95

 

Cremona ha vinto le ultime 4 gare giocate contro la Virtus Bologna in campionato. Primo quarto a basso ritmo e basso punteggio: 6-7, poi 10-20 al decimo. Cremona è ispirata: 14-26 al 13esimo. Sul 18-30, Teodosic suona la carica per i padroni casa per il 28-32 al 16esimo. La Vanoli resetta e riparte: al riposo lungo è 36-46. Non cambia la musica al rientro in campo, Cremona vola sul +17, 45-62 al 25esimo. Bologna prova a reagire (51-63), ma gli ospiti volano con i canestri di Hommes e Poeta: 59-80 al 30esimo. La Virtus prova il tutto per tutto, parziale di 12-0 per il 71-80 al 34esimo. Cremona ora soffre e non segna quasi più. Ci pensa una tripla di Poeta a ridare fiato, 76-85 al 36esimo. Il finale è pazzesco: Teodosic riporta la Virtus sull'81-85, ancora Poeta con la tripla dell’81-88. Sembra finita, Bologna torna al meno 2, ma l’ennesima tripla di Poeta rimanda la Vanoli avanti 89-93. Un libero di Hunter e un rimbalzo offensivo di Nikolic riportano Bologna sul 92-93 a tre secondi dalla fine. Il fallo su Cournooh manda in lunetta per il 92-95 finale. Non basta alla Virtus un quarto periodo da 33-15. Cremona chiude con il 52 per cento da tre punti e 45 rimbalzi contro 35. Con Poeta, 28 punti e 7/8 da tre, anche Hommes 23 punti. 

 

FORTITUDO BOLOGNA - DOLOMITI ENERGIA TRENTO 93-70

 

Parte forte Bologna: 11-2 dopo tre minuti, ma l’Aquila rientra 14-10. Il primo periodo si chiude 23-16. Banks, al rientro dopo una settimana fuori per infortunio, è ispirato, Fantinelli lo segue. La “Effe” resta avanti 33-25 al 14esimo. Aradori segna a ripetizione: 40-31 al 17esimo. Al riposo lungo è 48-34 con tre giocatori in doppia cifra. Fantinelli ha personalità in attacco ad inizio terzo periodo e Bologna avanti 56-36 al 23esimo. Il vantaggio si dilata: 65-41 al 26esimo, poi 80-52 al 30esimo (parziale 32-18). La partita è di fatto finita: 86-62 al 36esimo, 93-70 all'ultima sirena. Lo scorso anno l'Aquila aveva preso 25 punti di scarto. Cinque in doppia cifra per la Fortitudo (Fantinelli 21 punti e 8/8 dal campo), 26/40 da due punti e 40 rimbalzi contro 32. La "Effe" respira dopo le critiche. 

Ultimo aggiornamento: 22:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA