Brindisi conserva il secondo posto. Bene Virtus Bologna e Sassari

Sabato 27 Febbraio 2021 di Marino Petrelli
Brindisi conserva il secondo posto. Bene Virtus Bologna e Sassari

Tre anticipi nell’ultimo sabato di febbraio, quello che segna il ritorno in campo dopo la sosta prima per la Coppa Italia e poi per la Nazionale. Brindisi soffre ma vince ancora contro Trieste (come in Coppa Italia) e conserva il secondo posto in classifica. Willis, Thompson e Visconti i protagonisti di serata per i pugliesi. Bologna ci mette dieci minuti contro Varese per entrare in partita poi cambia passo e vince senza grandi patemi. Varese resta ultima. Sassari batte Venezia mandando sei giocatori in doppia cifra e prendendo 36 rimbalzi contro 24. Domani apre il programma Cremona contro Trento alle 12, la capolista Olimpia Milano attende la Fortitudo Bologna, chiude la giornata il posticipo tra Brescia e Reggio Emilia

SEGAFREDO BOLOGNA - OPENJOBMATIS VARESE 85-76

Bologna è senza il suo allenatore Djordjievic per motivi di salute non collegati al Covid19, Varese recupera a sorpresa Beane. Scola e Douglas danno l’8-13 per gli ospiti al quinto. Varese resta avanti per tutto il quarto chiuso 19-21. Il secondo quarto è completamente diverso, 20-8 per la Virtus e padroni di casa avanti 39-29 al riposo lungo. Belinelli e Weems, con 11 punti in due, lanciano la Virtus sul 51-34 al 24esimo. Ancora Belinelli regala il 61-41, poi Adams il 68-48 del terzo periodo. Morse schiaccia il 70-54, Douglas mette la tripla del 74-60 al 34esimo, ma è l’ultimo sussulto di Varese. Bologna controlla con Adams (21 punti), Weems (14) e Belinelli (13) e vince 85-76. Varese resta ultima. 

BANCO SARDEGNA SASSARI - UMANA VENEZIA 95-88

Le due deluse della Coppa Italia si ritrovano da avversarie per la trentanovesima volta dalla stagione 1990.  All’inizio è botta e risposta tra Bendzius da una parte con 8 e Tonut dall’altra con sette. C’è equilibrio fino al 15 pari, poi Sassari trova un mini vantaggio, 24-20 al decimo. Le triple di Clark e Mazzola danno il 35-39 per la Reyer. Campogrande sigilla il 44-52 della fine del secondo quarto. Con pazienza, la Dinamo trova la parità, 55-55, poi sorpassa 58-55 con un Burnell incontenibile. Al 30esimo è 74-68. Tonut (24 punti) e Clark (13) tengono in gara la Reyer, 79-77 al 33esimo. Ancora Burnell (16 punti e 7 rimbalzi) e soprattutto Happ (13 punti e 8 rimbalzi) ridanno l’87-77 alla Dinamo. Kruslin (20 punti) è una spina nel fianco e Sassari resta vanti 91-83 al 37esimo. E’ lo strappo decisivo, finisce 95-88 con sei in doppia cifra e un netto divario a rimbalzo, 36 contro 23.

HAPPY CASA BRINDISI - ALLIANZ TRIESTE 81-74

E’ il “remake” del quarto di finale della Coppa Italia che vide Brindisi battere Trieste. Esordio per Josh Bostic in maglia pugliese, arrivato da Reggio Emilia. Brindisi parte forte con Thompson e Willis: 18-10 al sesto. Bostic mette la tripla del 27-13. Si segna poco, Brindisi resta avanti 31-19 al 14esimo, poi 41-27 al 17esimo. Al riposo lungo è 44-31. Trieste rientra con maggiore intensità: 48-38 al 24esimo, 54-47 al 27esimo, 63-55 al 30esimo. Gli ospiti si riavvicinano fino al 67-62 con la super schiacciata di Upson. Brindisi, pur segnando poco e tirando con il 58 per cento i liberi, resta avanti 73-66 al 37esimo. Doyle con sei punti in fila riavvicina Trieste 75-72 a 100 secondi dalla fine e sbaglia due volte la tripla del pareggio. Zanelli e Gaspardo mettono sei liberi decisivi, dopo una serata con appena il 56 per cento di squadra dalla lunetta. Finisce 81-74. Brindisi resta seconda. Ottimo Willis, 18 punti e 10 rimbalzi, bene anche Thompson, Visconti e Perkins con 14 punti a testa. Per Trieste, che contro Brindisi non vince mai, Doyle 19 punti, Delia, Henry e Laquintana con 11 a testa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA