Milano è la prima semifinalista. Venezia è campione d'Italia femminile

Milano è la prima semifinalista. Venezia è campione d'Italia femminile
di Marino Petrelli
3 Minuti di Lettura

Milano è la prima semifinalista dei play off. Vince a Trento anche gara tre e chiude la serie, potendo ora riposare qualche giorno in più in vista della Final Four di Eurolega in programma dal 28 al 30 maggio a Colonia. Sassari invece domina la Reyer e rimanda tutto a gara quattro. Domani in campo Trieste contro Brindisi e Treviso contro Virtus Bologna, le due squadre in casa sono sotto 0-2.

Real Sebastiani, Prosperi nuovo responsabile del settore giovanile: «Obiettivo una finale nazionale»

Intanto, in campo femminile la Reyer Venezia è campione d’Italia dopo aver battuto la Famila Schio 72-58 in gara 5 al termine di una serie intensissima. Le veneziane erano avanti 2-0, poi Schio ha vinto le due gare casalinghe. Con la vittoria al femminile la società guidata da patron Brugnaro diventa la prima società italiana a vincere il tricolore sia a livello maschile che a livello femminile. Un trofeo che per le ragazze mancava da ben 75 anni.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO - AX OLIMPIA MILANO 65-74

Come nelle prime due partite giocate a Milano, l’Aquila parte bene, 8-4, poi 16-11. Milano, senza Shields infortunato, sistema le percentuali e, alla prima vera accelerazione, sorpassa 16-20 al decimo. Il punteggio resta basso, Milano controlla. Moraschini trova la tripla del 22-28, LeDay il piazzato per il 22-30 al 17esimo. Al riposo lungo l’Olimpia resta avanti 29-36. L’Aquila torna in campo con intensità e si riavvicina 36-38 al 23esimo. La Ax allunga di nuovo 42-49, poi 45-52 al 30esimo. Ritmo basso e pochi canestri. Moraschini (13 alla fine con 3/3 da tre) ne mette alcuni importanti: 52-61 al 35esimo. Trento non ci sta e in due minuti ritrova la parità sul 63-63. Messina chiama un time out piuttosto vigoroso e al rientro in campo Milano è indemoniata: parziale da 2-11 e finale 65-74. Serie chiusa 3-0.

Serie B femminile, le ragazze della Npc Willie Rieti pronte ai blocchi di partenza

BANCO SARDEGNA SASSARI - UMANA VENEZIA 75-60

Dopo aver perso le due partite al Taliercio, coach Pozzecco aveva chiesto alla sua squadra aggressività e la Dinamo parte forte: 10-2, poi 15-4 con la tripla di Spissu al sesto. Venezia accorcia con due triple di Daye, ma la squadra di casa resta avanti 22-12 al decimo. Venezia è molto imprecisa, la Dinamo ne approfitta: 29-15, poi 35-18 al 16esimo ancora con Spissu da tre. La partita si incattivisce, alcuni giocatori vengono a contatto, volano falli anti sportivi e tecnici da una parte e dall’altra. Sassari chiude avanti 46-26 all’intervallo lungo. La partita non cambia al rientro in campo: 55-31  al 25esimo. Happ (11 punti) è un fattore in attacco per la Dinamo che resta avanti 61-42 al 30esimo. La Reyer prova ad avvicinarsi, 61-48, poi 64-53 al 34esimo. Stone trova la tripla del 66-56, ma la Dinamo nel momento più difficile, mette a sua volta le due triple della sicurezza con Spissu (13 punti) e Burnell (11). Daye (12 punti) è l’ultimo ad arrendersi ma è troppo tardi. Sassari vince 75-60 e si va a gara 4 sempre in Sardegna tra 48 ore. 

Domenica 16 Maggio 2021, 23:44 - Ultimo aggiornamento: 23:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA