Stupri, fosse comuni e torture: da Bucha a Makariv la Russia porta in Ucraina gli orrori da prima guerra mondiale

Mercoledì 20 Aprile 2022, 14:48 - Ultimo aggiornamento: 17:17
Dagli stupri alle fosse comuni e le armi rudimentali: la Russia porta in Ucraina gli orrori da prima guerra mondiale
1 Minuto di Lettura

Sono bastati due mesi di guerra in Ucraina a cancellare settant'anni di storia. Dal 24 febbraio, giorno dell'inizio dell'invasione, l'Europa è ripiombata nella paura salendo sulla macchina del tempo di Putin, che ha riportato agli occhi immagini da prima guerra mondiale. Chi pensava che le guerre del futuro potessero essere diverse da quelle del passato, si è dovuto ricredere. I cadaveri sparsi in strada, le fosse comuni, gli stupri, le armi rudimentali.

Istantanee che nel 2022 si muovono in fretta, con una velocità le rende quasi "normali" con il passare dei giorni, ma che sono destinate a passare alla storia, raccontando uno spaccato di vita che in un modo o nell'altro è destinato a cambiare il corso degli eventi. E che serviranno (forse) alle generazioni future, per non commettere ancora gli stessi errori. 

 

Armi all'Ucraina, dai droni "kamikaze" Usa ai missili norvegesi: chi ha risposto alla richiesta di Zelensky. Ma la Germania frena

Mariupol, nell'acciaieria in mezzo a due fuochi: per donne e bambini il dramma nei tunnel

© RIPRODUZIONE RISERVATA