Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Concerto Primo maggio: attese 300mila persone, Ambra e Bugo confermati conduttori

Concerto Primo maggio: attese 300mila persone, Ambra e Bugo confermati conduttori
di Mattia Marzi
4 Minuti di Lettura
Sabato 30 Aprile 2022, 14:32 - Ultimo aggiornamento: 1 Maggio, 12:12

Un Concerto del Primo Maggio non senza suspense: a poche ore dall’inizio della lunga maratona che domani, a partire dalle 15.30 (diretta su Rai3, Rai Radio2 e Rai Play), vedrà Piazza San Giovanni a Roma tornare a popolarsi a distanza di tre anni dall’ultima edizione del concertone prima della pandemia (attese 300mila persone), il virus gioca un brutto scherzetto agli organizzatori. Attesa sul palco come conduttrice – ruolo che ricopre per il quinto anno consecutivo – Ambra Angiolini ha rischiato di saltare l’appuntamento, prima che il tampone molecolare fatto stamattina desse esito negativo. In attesa del risultato, la 45enne attrice e conduttrice romana non si era potuta presentare alla conferenza stampa di questa mattina alle spalle del palco già allestito in piazza, collegandosi solo telefonicamente. Erano stati gli organizzatori a chiarire che la Angiolini era «risultata positiva giorni fa, ma è molto che non ha sintomi. Il rapido che ha fatto ieri era negativo». Sarà invece assente il cantautore torinese Willie Peyote, visto l’anno scorso in gara al Festival di Sanremo con “Mai dire mai (La locura)”: «Con grande rammarico mi vedo costretto ad annullare la partecipazione al Concertone di domani in Piazza San Giovanni dopo che è stata riscontrata la positività di alcuni elementi della band nelle scorse ore», ha comunicato sui social. Al cast dell’edizione 2022 del Concertone va ad aggiungersi Bugo, che affiancherà Ambra sul palco come conduttore: «Cercherò di fare del mio meglio, anche se non nasco conduttore», ha detto il musicista.

gIANMARIA, chi è Gianmaria Volpato: il cantante che non ha vinto X Factor ma spopola negli ascolti. Domani esce il suo disco d'esordio

 

All’elenco dei cantanti che si esibiranno di fronte alla folla – non distanziata e senza mascherine – di Piazza San Giovanni si aggiunge invece Gazzelle, star del nuovo cantautorato tricolore grazie a hit come “Destri”, “Tuttecose”, “Sopra” e “Meglio così”, e Riccardo Cocciante. Ci saranno poi Marco Mengoni, la band ucraina dei GO_A, Carmen Consoli, Ariete, La Rappresentante di Lista, Luchè, Coez, Venerus, Mace, Rkomi, Gemitaiz, Colapesce, Joan Thiele, Psicologi, Rancore, Mara Sattei, Bresh, Ornella Vanoni, Rovere, Fabrizio Moro, L’Orchestraccia, Sinkro, Enrico Ruggeri, Deddy e Caffellatte, Mobrici, Coma_Cose, Max Pezzali, Fasma, BigMama, Mecna, Le Vibrazioni, Claver Gold, Luca Barbarossa e gli Extraliscio, Angelina Mango, Hu, il cast di Notre Dame De Paris, Mr. Rain, Bandabardò & Cisco, VV, Giorgieness, Mille e Mira.

«Negli Anni ’20 del nuovo millennio il Concerto del Primo Maggio dev’essere un emporio della musica italiana – spiega Massimo Bonelli, che organizza l’evento – chi sta iniziando a fare un percorso importante qui trova un primo palco televisivo che lo sdogana al grande pubblico». Non ci sarà solamente la musica, però. Lo spiega il regista Cristiano D’Alisera: «Il Concertone rimane quello canonico, ma abbiamo pensato che oltre alla musica, quest’anno, ci fosse bisogno anche di fermarsi per due o tre minuti per dire due parole e fare un pensiero sugli scenari futuri, anche sulla guerra». Sono attesi gli interventi – parlati – di Giovanna Botteri, Marco Paolini, Riccardo Iacona, Stefano Massini, la “green influencer” Federica Gasbarro, Francesca Barra e Claudio Santamaria e dello youtuber Barbascura X.

Il film e i concerti di Tommaso Paradiso, i giornali e i peccati di certi uffici stampa

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA