Rieti, il Real espugna Mantova 7-6,
gara dalle mille emozioni.
Pietropaoli: «Grandissima vittoria»

Venerdì 17 Gennaio 2020 di Mattia Esposito
Il Real festeggia il successo
RIETI - Una partita pazza. Tredici gol, una espulsione, emozioni a valanga ed il solito Real, che fa tanto e rischia di autodistruggersi. Vincono gli amarantocelesti e lo fanno 7-6 al PalaNeolù di Mantova, in quella che forse è stata la partita più bella dell'intera stagione, che ha regalato emozioni e spettacolo fino alla fine.

Eppure la partenza per il Real è complicatissima, perché Dimas ci mette poco più di venti secondi a trovare il gol del vantaggio, saltando secco Rafinha e battendo Tondi. La partita è vibrante, le due squadre lottano, ed il pareggio Real arriva con Titon, che sfrutta una palla da fermo e fa 1-1. Le emozioni del primo tempo sono infinite. Il Real sbaglia un calcio di rigore con Fortino, che colpisce l'incrocio dei pali, poi fallisce anche due tiri liberi con Ramon. Occasioni sbagliate da una parte, beffa dall'altra con Leleco che ribadisce in rete una respinta di Tondi per il 2-1 Mantova.

Prima dell'intervallo c'è tempo anche per il pareggio di Rafael e un rosso diretto alquanto discutibile per Jelovcic. Nei trenta secondi finali del primo tempo il Mantova, in superiorità numerica, non riesce a trovare il vantaggio, ma lo fa ad inizio ripresa con Dimas, che sigla il 3-2. Qui però il Real gioca probabilmente la miglior fase di partita, schiacciando i padroni di casa e trovando prima il pareggio con Fortino, ancora sugli sviluppi di una palla da fermo, poi il bellissimo 3-4 con Ramon al termine di una azione da applausi. E' il momento migliore per il Real, che allunga 5-3 con una bellissima giocata con diagonale in allegato di Titon, che firma il più 2, anche se qui si concretizza il solito black out. Il Real si schiaccia troppo ed il Mantova trova due gol con Poletto e Dimas, firmando il 5-5. Jeffe chiama il time out, il Real esce con grande convinzione ed è Rafael a scavare il solco decisivo: prima si libera di un avversario in banda, poi mette sul secondo palo, costringendo Bocao all'autogol, poi fa anche 7-5 con un bel diagonale di destro.

Le emozioni non sono finite, perché negli ultimi due minuti il Mantova si gioca il portiere di movimento e accorcia con Leleco, che fa 6-7: il minuto finale è di totale sofferenza, ma alla fine arriva la sesta vittoria consecutiva nell'ultima gara prima della sosta. 

IL POST GARA
Nel post partita le dichiarazioni del patron Roberto Pietropaoli: «Fantastici, grandissima vittoria. La squadra ha tirato fuori il carattere, prendendosi questi tre punti ad ogni costo. Non ci siamo accontentati, ed è questo che dobbiamo fare. Dopo la sosta saremo a pieno potenziale con il recupero di Moura e l'esordio di Lukaian».
A parlare è anche il tecnico Jeffe: «Per chi ha visto la partita, penso sia stata bellissima. Non mi piacciono partite con cosi tanti gol, perché dobbiamo difendere meglio. Stiamo creando tanto e non meritiamo di soffire cosi, dobbiamo migliorare in difesa. Avevamo stabilito un programma prima della sosta e lo abbiamo rispettato. Ora abbiamo tre settimane di sosta che sarà utilissima per recuperare le energie». 

IL TABELLINO
Kaos Mantova: Ricordi, Bocao, Leleco, Dimas, Cabeça, Kytola, Micheletto, Bueno, Parrel, Di Guida, Mateus, Poletto, Fontaniello. All. Milella
Real Rieti: Tondi, Rafinha Novaes, Jelovcic, Fortino, Rafinha Rizzi, Guadagnoli, Ramon, Romano, Juanjo, De Michelis, Titon, De Luca, Pandolfi, Relandini. All. Cundari
Arbitri: Morabito (Vercelli), Pezzuto (Lecce), Maragno (Bologna)
Marcatori: 0'28'' p.t. Dimas (M), 7'26'' Titon (R), 17'28'' Leleco (M), 18'38'' Rafinha Novaes (R), 1'13'' s.t. Dimas (M), 7'42'' Fortino (R), 9'58'' Titon (R), 11'14'' Ramon (R), 15'07'' Poletto (M), 16'24'' Dimas (M), 16'47'' aut. Bocao (R), 17'53'' Rafinha Novaes (R), 18'44'' Leleco (M)
Note: espulso al 19'34'' del pt Jelovcic (R); ammoniti Leleco (M), Mateus (M), Bocao (M), Cabeça (M), Bueno (M)

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma