Rieti, “'A Cócchiu De Ciammòtta”:
nel libro di Adriani e Morelli
rivive la storia della pizza rentòrta

Martedì 17 Aprile 2018 di Lorenzo Quirini
RIETI - Il Cicolano è da sempre un territorio ricco di tradizioni preziosissime, motivo di orgoglio per tutti gli abitanti della zona. Settimio Adriani, intellettuale e professore di Fiamignano, si è spesso impegnato per difendere e divulgare molti aspetti del folclore reatino.  “'A cócchiu de Ciammòtta” è l’ennesima pubblicazione di Adriani, questa volta affiancato dalla giovane Elisa Morelli, che racconta la storia di un piatto tipico del Cicolano: la pizza rentòrta. Un libro che ripercorre le tappe che hanno dato vita a questa pietanza, che ha una storia molto più complessa di quanto si possa pensare.

“'A Cócchiu De Ciammòtta” è un autentico viaggio nel tempo, alla scoperta del contesto culturale e sociale in cui la pizza rentòrta è nata e si è sviluppata. Un libro che si propone anche di far luce, attraverso fonti storiche e testimonianze, sui metodi di preparazione e su molte curiosità riguardanti uno dei tesori della nostra cucina, oggi inserito nel Catalogo delle eccellenze agroalimentari del Lazio edito da Arsial. Un lavoro non facile quello di Adriani e Morelli, che insieme hanno scavato a fondo in un passato che appartiene un po’ a tutti i reatini, che grazie a libri come questo viene protetto e tramandato anche ai più giovani. Una pubblicazione realizzata anche grazie alla collaborazione della Pro Loco di Fiamignano, dell’Istituto Tecnico Agrario e dell’Associazione Culturale Don Agostino Gismondi, che ricevono i ringraziamenti degli scrittori e di quanti avranno il piacere di leggere “ ‘A Cócchiu De Ciammòtta”. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti