Provinciali, Maria Renè Carturan (a Cisterna in maggioranza con il centrosinistra) in lista con la Lega: «Vi spiego perchè»

Provinciali, Maria Renè Carturan (a Cisterna in maggioranza con il centrosinistra) in lista con la Lega: «Vi spiego perchè»
di Daniele Ronci
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 1 Dicembre 2021, 12:29

Presentate le liste per il rinnovo del consiglio provinciale per il sostegno del nuovo presidente nella sfida tra Agresti e Stefanelli. I candidati di Cisterna sono cinque: Simonetta Antenucci per Provincia Tricolore Fdi; Aura Contarino per il Partito Democratico; Elio Sarracino in quota a Civiche Pontine; Federica Felicetti e Maria Renè Carturan per Prima la Provincia di Latina.

La lista della Lega ha due candidate di Cisterna, la Felicetti che siede tra i banchi dell'opposizione come prima degli eletti della Lega e Maria Renè Carturan che invece è in maggioranza essendo stata eletta con la lista civica Conosco Cisterna. La Carturan ha un nome ingombrante, è la figlia del tante volte sindaco di Cisterna Mauro e la sua candidatura non nella coalizione che sostiene Stefanelli (un mix di centrosinistra e civiche, proprio come quella che a Palazzo Caetani appoggia Mantini) sta facendo discutere.

Il chiarimento
«In questi mesi la nostra provincia - spiega la consigliera Carturan - è andata incontro ad una profonda transizione, con Cisterna, Latina ed altre amministrazioni che hanno conosciuto la vittoria di coalizioni di centro sinistra, in un territorio che negli anni passati, era stato governato ed in alcuni casi molto bene, da coalizioni di centro destra. Io stessa ho maturato, nel definire le mie battaglie, questa transizione, e non è stata una decisione presa alla leggera».

Mantini: «Nessun problema»
«La candidatura di Maria Renè Carturan non riguarda sicuramente dinamiche politiche interne alla maggioranza di Cisterna - mette le mani avanti il sindaco Valentino Mantini - neanche dinamiche di altro genere, oppure velleità personali. È una candidatura di servizio, dettata dalla volontà, penso di rispondere ad alcune richieste insite nei rapporti personali ai quali lei ha sentito il bisogno di rispondere. In effetti può capitare eccezionalmente, secondo me, che in alcune situazioni di rapporti personali vadano oltre la politica e le regole che comunque questa dovrebbe sempre imporre».

I legami di Mauro Carturan
Il riferimento è probabilmente ai legami personali e politici stretti nei decenni passati da Mauro Carturan con esponenti del centrodestra provinciale, a cominciare dal sindaco di Sperlonga Armando Cusani anche se nessuno lo conferma, nemmeno la giovane consigliera. Di certo la candidatura all'interno del partito di Salvini non è stata presa dal direttivo locale della Lega.

La figlia: «A Cisterna non cambia nulla»
«La mia decisione ha sorpreso molti, infatti - si limita a dire la giovane consigliera - Diciamo che sono tutt'ora impegnata in un'opera di convincimento, proprio perché alcuni non erano pronti a questo mio attivismo. Spero comunque di riuscire ad ottenere il sostegno dei miei colleghi del consiglio comunale. Resta il fatto che questo mio tentativo non vuole, in nessun modo, costituire una rottura. Rispetto troppo il sindaco Mantini e la Giunta, e non intendo dare adito ad inutili scontri e polemiche. Ho deciso di schierarmi con questo gruppo - spiega ancora Maria Renè Carturan - poiché all'interno c'è una persona a cui sono legata molto e perché mio padre e la mia famiglia stimano profondamente, questa persona. È stato proprio lui a propormi di tentare questa strada. La mia è stata, in fondo, anche una scelta di cuore a cui non ho potuto dire di no. E domando in anticipo comprensione per questo velo di mistero».
Daniele Ronci
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA