Bestemmia su un crocifisso a scuola, a Nepi il sindaco stigmatizza: "Atti di vandalismo gravissimi"

Crocifisso in classe
di Renato Vigna
1 Minuto di Lettura
Lunedì 23 Maggio 2022, 11:07

Una bestemmia su un crocifisso e diverse scritte sui muri. Atto di vandalismo in una scuola di Nepi. Questa mattina all'apertura il personale ha scoperto la brutta sorpresa nella sede centra dell'istituto Stradella in via Roma. Subito sopralluogo del sindaco Franco Vita e intervento dei carabinieri che stanno indagando contro ignoti. Si passeranno al setaccio le telecamere installate nel comune al fine di reperire indizi utili per scoprire i colpevoli. Intanto, iniziate subito le operazioni per cancellare le scritte da parte del personale non docente. Nel frattempo, gli alunni hanno atteso fuori, nel cortile, per rientrare gradualmente in aula.

«Purtroppo - racconta Vita - è stato perpetrato un atto di vandalismo: qualcuno è entrato, ha imbrattato di gel palestra e più aule, ha lasciato segni sui muri e scritto una bestemmia su un crocifisso. Dalle telecamere presenti nel nostro Comune vedremo se riusciremo ad avere degli indizi. Nel frattempo predisporremo altre misure di sicurezza». Il sindaco aggiunge: «Un atto compiuto probabilmente da alunni della scuola, su cui amministrazione comunale, dirigenza scolastica, docenti e genitori debbono meditare e valutare le relative iniziative da intraprendere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA