Patto per lo sport tra il Clt e i vigili del fuoco: nella palestra di via Proietti Divi si alleneranno il volley e il calcio a cinque

Sabato 5 Settembre 2020 di Lorenzo Pulcioni

Per la prima volta un impianto sportivo dei Vigili del Fuoco sarà utilizzata anche dagli atleti di una comunità cittadina. Succede a Terni dove la palestra annessa al Centro Formazione Territoriale in via Ettore Proietti Divi sarà gestita dal Circolo Lavoratori Terni.

L'accordo. L'accordo di collaborazione arriva in seguito al bando pubblico emanato lo scorso giugno che si è aggiudicato il circolo di via Muratori. Per i prossimi quattro anni, quindi, il Clt, a fronte di un canone mensile e del rimborso delle utenze, utilizzerà l'impianto ed i locali destinati ad attività sportiva per le squadre di volley e calcio a 5. Allenamenti e partite di campionato dal lunedì al sabato nell'orario pomeridiano, mentre la mattina la palestra sarà utilizzata dal Comando dei Vigili del Fuoco per le attività istituzionali di formazione. Minivolley e Under 12-13 continueranno le attività nella palestra di via Muratori.

«Inseguivamo da tempo questo traguardo - ha detto il Comandante provinciale Giancarlo Cuglietta - far utilizzare la nostra struttura al massimo delle sue possibilità, per l'attività sportiva di ragazzi e ragazze del territorio». Il presidente del Clt, Giovanni Scordo, ha già le idee chiare: «Acquisteremo attrezzi, panche e palco per l'arbitro, divideremo lo spazio per farlo utilizzare da due gruppi, visto che la palestra è grande. Dopo aver sofferto per la mancanza di strutture, contiamo di incrementare il nostro numero di iscritti nel volley». Una palestra, ha ricordato il comandante Cuglietta, che nasce come centro di addestramento in acqua vista la vicinanza al fiume Nera e in seguito diventa Centro di Formazione. Nel gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco, intitolato alla memoria di Gauro Tosoni, scomparso durante la prima incursione aerea su Terni l'11 agosto del 1943m si sono atleti di livello internazionale come la sciabolatrice Lucia Lucarini e Diego Meoni, nazionale universitaria di Tiro a Volo.

«Un accordo storico - ha detto il dirigente dell'Ufficio attività sportive dei Vigili del Fuoco, Fabrizio Santangelo - la prima convenzione di questo tipo. Da qualche anno ci eravamo resi conto che strutture simili erano sotto utilizzate e ci siamo posti il problema partendo da Terni».

Presenti anche l'ad di Ast Massimiliano Burelli, il sindaco di 
Terni Leonardo Latini e il presidente del Coni Umbria, Domenico Ignozza. «Ai 10.000 soci del Clt, tra cui 1.200 atleti, si aggiungono ora anche i Vigili del Fuoco e le loro famiglie, alle stesse condizioni dei lavoratori - ha detto Burelli - siamo un pezzo di storia di Terni e con questo passo vogliamo dimostrare che la nostra passione per quello che stiamo facendo continuerà». Parole significative raccolte dal sindaco Latini: «Ast è parte della comunità e i Vigili del Fuoco un pezzo della nostra storia». Il presidente regionale del Coni invece ha auspicato «che altre strutture sportive militari possano d'ora in poi essere aperte alle comunità». In chiusura la benedizione di don Angelo Gatto, ex Vigile del Fuoco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA