Maria Chiara morta per overdose a 18 anni, il fidanzato indagato per omicidio: «Nessun rimpianto, ti amerò per sempre»

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Francesca Tomassini
Maria Chiara morta per overdose a 18 anni, il fidanzato indagato per omicidio: «Nessun rimpianto, ti amero per sempre»

Una lettera d'amore su Instagram alla sua fidanzata, morta per overdose il giorno in cui compiva 18 anni, quasi due mesi fa, ad Amelia, in provincia di Terni. La scrive il fidanzato di Maria Chiara PrevitaliFrancesco Gnucci, 21 anni, indagato per omicidio preterintenzionale: la ragazza, infatti, non si svegliò il giorno successivo l'assunzione dell'eroina, mentre era a casa di Gnucci, dove aveva passato la serata con alcuni amici e poi era rimasta a dormire. 

A quasi due mesi dalla morte di Maria Chiara, torna dunque a farsi sentire il ragazzo che portò la sua fidanzata a Roma, e là comprò la prima dose di eroina per lei, come regalo per il compleanno. Gnucci, dopo le dichiarazioni rese agli investigatori e a un programma televisivo, si era ritirato nel silenzio, fino a ieri.  

"Non voglio giustificarmi, né commiserarmi - ha scritto - con questo post voglio ricordarti, anche se ti ricorderò per sempre lo stesso, voglio che lo sappiano tutti quindi non voglio nemmeno nascondermi, come non ho nascosto quello che abbiamo fatto quella serata maledetta (Maria Chiara è morta a casa di Francesco ndr), se fosse stata veramente quella serata a farti volare via allora avrei preferito non averti mai conosciuto, però non rimpiango niente, e con il non rimpiango intendo non rimpiango di averti fatto stare bene anche senza alcuna sostanza.


Ogni cosa nel bene e nel male la facevamo sempre insieme, confrontandoci sempre insieme, dicendoci sempre tutto con sincerità come due amici d'infanzia.


Ce lo dicevamo sempre a vicenda  ..."io e te prima di essere innamorati, siamo miglior amici"... 
Non avevamo peli sulla lingua, ci sentivamo sicuri una accanto all'altro, anche da distanti, non rimpiango di averti sempre ripetuto di essere speciale
, fino allo sfinimento, perchè pensavi che lo dicevo per dire, ma tu eri e sei speciale, a te importava sempre e solo di fare stare bene gli altri, di te stessa t'importava sempre poco, scrivo questo post per far sapere a chiunque che ti amavamo e ti amo ancora come fosse il primo giorno che ti ho incontrata, quando quasi nessuno voleva che stessimo insieme ti proposi di lasciarmi, per renderti la vita più facile, per non crearti problemi in più... ma ne te ne io volevamo questo, ci siamo messi contro tutto e tutti io e te, insieme, anche se sapevamo che sarebbe stato difficile... ce l'avevamo quasi fatta...".

 

Maria Chiara e Francesco si erano conosciuti all'inizio dell'estate scorsa. Un colpo di fulmine che però, stando alla versione di alcuni amici, aveva influito sulle abitudini della ragazza portandola ad isolarsi e ad evitare le vecchie compagnie. Un cambiamento che aveva destato preoccupazione fra chi la conosceva bene, tanto che più di qualcuno aveva dichiarato di aver tentato di riportare Maria Chiara alla sua vita di prima, senza riuscirci. 

"Ora mi prendo tutte le mie pene - continua Francesco - qualsiasi esse siano, di me non m'importa, ma te rimarrai sempre dentro di me ed il mio più grande rimpianto è di non averti più fisicamente qui con me, mi manchi, vorrei morire con la speranza di ri abbracciarti, scrivo queste parole d'istinto come d'istinto scrivo che ti amo e lo farò per sempre... pensate, scrivete, parlate, dite quello che volete ma ciò che siamo e siamo stati lo sappiamo solo io e lei... ti amo, amore mio". 

Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre, 16:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA