Foligno, s'infiamma la vertenza della Polizia Locale: «Pronti a rinnovare lo stato di agitazione»

Foligno, s'infiamma la vertenza della Polizia Locale: «Pronti a rinnovare lo stato di agitazione»
di Giovanni Camirri
1 Minuto di Lettura
Lunedì 23 Agosto 2021, 20:02

FOLIGNO - Prosegue la mobilitazione della Polizia Locale del Comune di Foligno. La Rappresentanza Sindacale Unitaria si è riunita lunedì mattina ed “ha ritenuto indispensabile, a tutela di tutto il personale dell’Ente, contrastare quello che potrebbe diventare un grave precedente: il recupero di migliaia di euro e di decine di giorni di ferie a carico di chi ha soltanto la colpa di aver lavorato rispettando le disposizioni del datore di lavoro ma, soprattutto, l’indisponibilità dell’amministrazione a trovare una soluzione per il futuro che non penalizzi i lavoratori, nonostante la Rsu abbia avanzato due diverse proposte basate sugli esempi dei comuni di Roma e Milano”. E’ quanto scrivono in Una nota congiunta Andrea Russo (segretario territoriale UilFpl), Patrizia Mancini (segretaria territoriale FpCgil), Francesco Lezi (segretario territoriale FpCisl), Giovannino Pirone (segretario aziendale Usb Fl). “Una indisponibilità – proseguono i sindacalisti - ad un dialogo reale e proficuo incomprensibile, alla quale si associa ancora ad oggi a mancata pubblicazione del bando per l’assunzione dei dieci agenti più volte promessi. UilFpl, FpCgil, FpCisl e Usb, quindi, procederanno immediatamente a rinnovare lo stato d’agitazione presso la Prefettura di Perugia chiedendo, se quest’ultima lo riterrà utile e necessario, la convocazione del tentativo di conciliazione, riservandosi di procedere alla proclamazione di una seconda iniziativa di sciopero qualora non si riesca ad individuare idonee soluzioni alle problematiche più volte sollevate negli ultimi mesi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA