Foligno, Festa di Scienza e Filosofia diventa mondiale grazie alla nuove tecnologie che aprono scenari vastissimi

Foligno, Festa di Scienza e Filosofia diventa mondiale grazie alla nuove tecnologie che aprono scenari vastissimi
di GiovannI Camirri
3 Minuti di Lettura

FOLIGNO - La pandemia non ferma Festa di Scienza e filosofia e per la decima edizione, segnata da una importante sviluppo tecnologico attraverso le possibilità offerte dal vasto mondo digitale, è tempo di bilanci. Una edizione che s’è svolta interamente online e ciò, nel pieno rispetto delle normative anti Covid ha prodotto importanti risultati sia per quanto riguarda il core business della Festa, ecioè la divulgazione scientifica rivolta a tutti, sia in chiave di apertura sostanzialmente al mondo proprio grazie alle tecnologia. In sede di bilancio sono state annunciate anche le date dell’undicesima edizione che si terrà dal 21 al 24 aprile del prossimo anno e che avrà per tema “Riprendiamo il cammino”. “Guardiamo al prossimo anno - ha commentato il direttore del Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno, Pierluigi Mingarelli - ripartendo dalla pandemia, con l’obiettivo di costruire un percorso che veda la scienza come garante di libertà e progresso per ciascun individuo”. La decima edizione, come ribadito dallo stesso Mingarelli, si è contraddistinta per le innumerevoli innovazioni che ha portato con sé. “In termini numerici e di conferenze - ha dichiarato - è stata senza dubbio una Festa più contenuta, con ‘solo’ 60 conferenze rispetto alle circa 140 a cui avevamo abituato il nostro pubblico, ma mantenendo sempre standard elevati. Man mano che andavamo avanti con l’organizzazione, infatti, ci rendevamo conto degli alti livelli che stavamo raggiungendo”. Argomenti condivisi anche dal presidente del Laboratorio di Scienze Sperimentali, Maurizio Renzini. “Abbiamo dato vita ancora una volta ad un evento di grande spessore - ha dichiarato - andato oltre ogni aspettativa, coinvolgendo come sempre autorevoli personalità. La decima edizione, segnata dall’emergenza sanitaria in corsa, ci ha messo alla prova, facendoci confrontare con nuovi strumenti che si sono rivelati utili per il futuro e forti dei quali ci stiamo preparando alla prossima edizione”. Ad intervenire anche Giuseppe Metelli, tra i promotori della manifestazione fin dalla sua prima edizione. “La Festa di Scienza e Filosofia è una manifestazione che si rinnova continuamente - ha detto - e continueremo a portare avanti questa passione, con l’auspicio di farla durare il più a lungo possibile”. Il bilancio della decima edizione è stato anche l’occasione per fare il punto sul commino percorso fino ad oggii. Oltre 21mila gli iscritti al canale YouTube della manifestazione che raccoglie le quasi 900 conferenze che si sono tenute nei primi dieci anni di attività. A partire dal 2015 si sono registrate 3,5 milioni di visualizzazioni e 1,3 milioni di ore visualizzate. L’edizione 2021, svoltasi interamente online, ha inoltre spalancato le porte ad un nuovo pubblico con numerosi accessi da Roma, Milano e Napoli oltre che dallo stesso territorio regionale. Presenze che fanno ora sperare in un ritorno di pubblico in presenza sempre maggiore da fuori regione anche per le prossime edizioni. Sono stati 19mila i visitatori che hanno seguito complessivamente le 60 conferenze con un tempo di permanenza molto alta. Vincente anche la formula della Web Tv, che ha accompagnato il pubblico tra le tante conferenze offerte. “Il Laboratorio - ha quindi concluso Pierluigi Mingarelli - si sta dotando di tutta una serie di strumentazioni, parte delle quali finanziate dalla Cassa di Risparmio di Foligno, che ci permetteranno tra l’altro di produrre contenuti originali all’interno dei nostri laboratori da veicolare a tutte le scuole d’Italia”.

Venerdì 14 Maggio 2021, 09:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA