Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fase 2, dal lockdown alla convivenza con il Coronavirus

LEGGI TUTTO LEGGI MENO
La Fase 2 segna il passaggio dal lockdown alla convivenza con il Coronavirus. In Italia, la data di inizio di questo nuovo stadio nella lotta alla pandemia di Covid-19, è il 4 maggio 2020, e segna l'allentamento di alcune delle restrizioni avviate nella prima metà di marzo: le scuole restano chiuse, ma riaprono i parchi e l'attività motoria è permessa anche distante da casa. Inoltre, ed è forse la novità più significativa a livello sociale, è finalmente possibile fare visita ai «congiunti». Bar e ristoranti possono vendere cibo da asporto e cade il divieto di trasferimento nelle seconde case. Rimane in vigore, tuttavia, l'obbligo di limitare gli spostamenti solo all'interno del territorio regionale. Protagoniste indiscusse della Fase 2 sono le mascherine, introvabili nel primo mese dell'epidemia. Il loro uso è raccomandato per uscire di casa e obbligatorio sui mezzi di trasporto pubblici e comunque in tutti i luoghi confinati aperti al pubblico e in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza, ai fini del contenimento della diffusione del virus. Le norme che regolano la vita nella Fase 2 sono contenute nel Dpcm firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte domenica 26 aprile 2020. 
1 Minuto di Lettura

Risultati per "FASE 2"