FASE 2

Assemblea capitolina, ferie record: si riparte a settembre

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Francesco Pacifico
Chiusa fino a settembre l'Assemblea capitolina
Assemblea Capitolina in ferie per tutto agosto. L'ultima seduta è prevista per il 6 agosto, poi per il Consiglio comunale se ne riparlerà a settembre. Ben 24 giorni di stop in un'anno quello del Covid, che ha spinto altre assemblee (iniziando dal Senato) a fermarsi solanto nella "decina" di Ferragosto. E la decisione ha creato non pochi mal di pancia all'interno del consiglio comunale.

Durante l'ultima riunione della capogruppo le opposizioni hanno protestato. «Potevamo votare almeno l'assestamento di bilancio prima della pausa, come si fa tutti gli anni», segnala Giulio Pelonzi, capogruppo del Pd.

A destra è della stessa idea il leader in Assemblea capitolina, Andrea De Priamo: «Non c'è una sanzione per spostare il voto dell'assestamento a settembre e le ultime disposizioni del Mef danno la possibilità ai Comuni anche di spostare il voto. Detto questo, era importante votarlo ad agosto, anche perché si devono decidere importanti misure per la ripresa delle attività commerciali a settembre, come la proroga - se ci sarà - del pagamento delle imposte. Così perdiamo soltanto tempo».

Tanti giorni di stop all'aula non sarebbero piaciuti neanche in maggioranza, anche perché i consiglieri sono comunque tenuti a partecipare alle commissioni fino al 13 agosto e ripresentarsi negli stessi consessi entro il 26. «Sono tante - dice un esponente grillino - le misure di cui discutere come la delibera sul housing sociale. Magari si userà questo tempo per sistemare la situazione in maggioranza».

E nel gruppo pentastellato non mancano le tensioni: oggi la mozione per dedicare al partigiano Giorgio Marincola la stazione della Metro C Amba Aradam/Ipponio è passata soltanto grazie ai voti del Pd e delle opposizioni collocate nel centrosinistra.
© RIPRODUZIONE RISERVATA