Maldini torna al Milan: sarà il direttore dello sviluppo strategico. Lavorerà con Leonardo

Domenica 5 Agosto 2018
Il nuovo corso di AC Milan è ulteriormente rafforzato dalla nomina di Paolo Maldini a nuovo Direttore Sviluppo Strategico Area Sport. Lo rende noto la stessa società sportiva con un comunicato stampa diffuso oggi. Paolo lavorerà al fianco di Leonardo, per la costruzione e la gestione del Milan. Nell'attesa di conoscere i dettagli domani (conferenza stampa alle 16,30) dovrebbe essere più o meno questo il ruolo dell'ex capitano, tornato dopo nove anni in rossonero come direttore sviluppo strategico area sport. Maldini non può essere un direttore sportivo puro, nè avrebbe mai accettato un incarico di mera rappresentanza. Così è stata creata questa mansione per l'ex difensore, fortemente voluto dal dg dell'area tecnico-sportiva, Leonardo. «Paolo e la sua famiglia rappresentano la storia Milan: è un valore unico, enorme, se venisse con noi sarebbe molto bello», notava una decina di giorni fa il manager brasiliano, che ha piazzato un colpo non meno significativo degli ingaggi di Gonzalo Higuain e Mattia Caldara. «La leadership e l'esperienza di Paolo saranno di grande beneficio per il club, così come la sua passione e la sua energia - ha dichiarato il presidente del club rossonero, Paolo Scaroni, domani al fianco di Maldini a Casa Milan -. Questa nomina è un ulteriore segno dell'impegno di Elliott per costruire una solida base per un successo a lungo termine. Non sarà facile e ci vorrà del tempo, ma abbiamo obiettivi ambiziosi e l'arrivo di Paolo è un passo importante verso il ritorno al grande Milan». Tra l'altro, domani è atteso a Milano anche Gordon Singer che, assieme al padre Paul, guida il fondo Elliott. Dovrebbe visitare Milanello in mattinata, poi Casa Milan e non è escluso che partecipi alla presentazione di Maldini. In serata è previsto il primo incontro fra la proprietà e Rino Gattuso, di ritorno nel pomeriggio dalla tournée negli Stati Uniti. Nell'ultima di tre amichevoli i rossoneri hanno sconfitto il Barcellona, con un gol nel recupero di André Silva. Il migliore in campo è stato Gianluigi Donnarumma, che assicura di vivere bene il dualismo con Pepe Reina: «Ci alleniamo bene, siamo tranquilli, scherziamo e ci prendiamo in giro». Dal canto suo lo spagnolo nota che «lo scudetto non è realistico, ma tornare in Champions è l'obiettivo». Ultimo aggiornamento: 18:59


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Più pulito della barba umana», è la rivincita del manto canino

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma