Inzaghi al probabile ultimo ballo: «Stagione estenuante. Rammarico per la Champions»

Inzaghi al probabile ultimo ballo: «Stagione estenuante. Rammarico per la Champions»
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura
Sabato 22 Maggio 2021, 15:55 - Ultimo aggiornamento: 16:09

Ultimo atto di stagione. La Lazio col Sassuolo per cercare di non fare brutte figure. Per i biancocelesti il campionato è finito a Firenze, per gli averssari invece gli stimoli non mancano visto che rincorrono la Roma e sperano di superarla. Il timore è che, oltre alle assenze, Immobile e compagni quando non hanno obiettivi, spesso si lasciano andare, dando la sensazione di non essere concentrati al massimo. Basta vedere i finali di stagione della Lazio degli ultimi anni.

Tutti i dubbi di Lotito, la Lazio resta appesa

Per concludere al meglio, poi, e non farsi smentire, l'ultima conferenza stampa della stagione si chiude, come tutte le altre (tranne quella del derby) alla radio ufficiale senza domande e come al solito "caramellata". Potrebbe essere l'ultima alla Lazio, ma non sembra importare a nessuno, né al tecnico, né tanto meno alla società. La settimana prossima sarà quella della verità.

BILANCIO - "È stata una stagione estenuante, complicata per tutti impegnativa, praticamente ne abbiamo fatte due in una. La chiudiamo in Europa per il quinto anno consecutivo con un po' di rammarico per non aver centrato la Champions. Ma è stata comunque un'ottima stagione".

VITTORIA DA RICORDARE - "Ce ne sono state, ricordo quella con la Roma o quella col Milan, ma se devo dirne una forse quella col Borussia, è stato il nostro ritorno in Champions dopo tredici anni. Abbiamo fatto una grandissima gara. Sapevamo la forza del Dortmund, in effetti sono arrivati ai quarti giocandosela alla pari con il City. Penso che sfida migliore sia stata quella.

DUBBIO IMMOBILE - "Avremo delle defezioni, non ci saranno gli squalificati (Luis Alberto, Luiz Felipe, Pereira). Non ci sarà Milinkovic, abbiamo problemi anche con Immobile che ha un virus con qualche linea di febbre, non so se ci sarà. Andremo a fare la nostra partita onorando il campionato come abbiamo sempre fatto, come abbiamo dimostrato nelle ultime partite"

© RIPRODUZIONE RISERVATA