Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lazio, Lotito ad Auronzo per Inzaghi e Luis Alberto. Il Leeds ha pronti 30 milioni per Luiz Felipe

Lazio, Lotito ad Auronzo per Inzaghi e Luis Alberto. Il Leeds ha pronti 30 milioni per Luiz Felipe
di Alberto Abbate e Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Agosto 2020, 07:30
Mascherina, maglioncino ed occhiali. Lotito piomba ad Auronzo per inaugurare una settimana ricca d’incontri. La priorità si chiama Inzaghi, ma sul tavolo ci sono anche i rinnovi dei big Immobile ed Acerbi. Il presidente era già da Ferragosto in vacanza sulle Dolomiti, ieri pomeriggio ha lasciato la sua villa a Cortina e ha raggiunto in ritiro il tecnico e i giocatori. Tanti autografi per tifosi, nelle domande però piuttosto ansiosi sulla firma d’Inzaghi. Il presidente ha rimandato i colloqui perché ieri doveva dedicarsi sopratutto alle visite di cortesia (col sindaco) istituzionali, ma i prossimi giorni saranno decisivi. Simone e Lotito devono assecondarsi nei rispettivi bisogni: il mister chiede subito 2-3 rinforzi per rodarli e testarli, il numero uno biancoceleste vuole l’unica e ultima parola sul discorso staff sanitario e sui fisioterapisti. Tradotto: l’allenatore deve rinunciare al fidato Gasparini, il patron è pronto persino a fare uno sforzo economico (2,5 milioni più bonus) pur di fargli mettere nero su bianco il rinnovo per altri due anni con opzione per un terzo. C’è riconoscenza per il lavoro fatto da Inzaghi, ma la Champions ora è una responsabilità per tutti e non si possono più commettere errori. Lotito nel post-lockdown forse ha sbagliato a tagliare due mesi di stipendi, la scelta ha inciso nella lotta scudetto sulle motivazioni. Adesso corre ai ripari anche su altri rinnovi: Luis Alberto è sistemato, bisogna accontentare Immobile e placare Acerbi, che attende un premio da mesi. Discorso diverso per Luiz Felipe, che potrebbe essere “sacrificato” rima di prolungare il suo matrimonio, per aumentare il gruzzoletto biancoceleste sul mercato. 
BLITZ PER LUIZ 
Lotito ad Auronzo, piomba invece il Leeds da Tare a Formello. A bussare Lorenzo Tonetti, intermediario e storico braccio destro di Andrea Radrizzani, proprietario del Leeds. Il mediatore e manager, scrive la stampa inglese, ha avuto un incontro col ds per parlare di alcuni giovani, ma anche di Luiz Felipe. Forse non è una coincidenza che, sempre nella giornata di ieri, Tonetti abbia fatto il viaggio nella capitale con Reggiani, agente del difensore brasiliano. Il tecnico della società inglese è Bielsa, che a al quartiere generale laziale non ha lasciato un gran ricordo, ma al “Loco” piacciono, oltre Luiz Felipe, anche Lukaku e Luis Alberto, Milinkovic e Immobile. Gli ultimi tre sono intoccabili, ma sugli altri due qualcosa potrebbe nascere. La richiesta biancoceleste per il difensore è di 30 milioni. Si vedrà, anche perché a Formello non trapela nulla e non sembra essersi consumata alcuna trattativa, se non un colloquio perlustrativo. Il denaro però potrebbe servire per l’assalto decisivo sia a Kumbulla che a Kim Min Jae, sul quale c’è pure la concorrenza del Psv. 
COLPI IN CANNA 
Nel frattempo Tare vuole chiudere subito Muriqi (si è infortunato in amichevole dovrà restare fermo almeno tre settimane) e tratta a oltranza con il Fenerbahce. Per il kosovaro si attende solo l’annuncio e a giorni potrebbe palesarsi nella capitale. Discorso analogo per Fares: Lotito e Mattioli della Spal hanno un accordo, ma si devono definire i bonus da 2,5 milioni. Stamane svolgerà Reina gli esami, Inzaghi vorrebbe averlo nel giro di 48 ore insieme agli altri due colpi. Per il suo rinnovo non sono particolari. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA