Inter, Lukaku: «Uniamoci contro il razzismo»
Il Cagliari: «Solidarietà, isoleremo gli ignoranti»

Lunedì 2 Settembre 2019

«Molti giocatori nell'ultimo mese sono stati vittime di abusi razzisti. A me è successo ieri. Il calcio è uno gioco che deve far felici tutti e non possiamo accettare nessuna forma di discriminazione che lo possa far vergognare. Spero che tutte le Federazioni del mondo reagiscano duramente contro tutti i casi di discriminazione!!!»: lo dice Romelu Lukaku attaccante dell'Inter su Instagram dopo essere stato oggetto di cori razzisti durante Cagliari-Inter. 

«Tutte le piattaforme social devono lavorare meglio, anche con i club, perché ogni giorno si vede almeno un commento razzista sotto post di persone di colore. Lo abbiamo detto per anni e ancora non abbiamo fatto niente. Signore e signori è il 2019, invece di andare nel futuro stiamo tornando indietro e credo che noi giocatori dovremmo unirci e fare una dichiarazione su questo argomento per rendere questo sport pulito e piacevole per tutti»

«Molti giocatori nell'ultimo mese sono stati vittime di abusi razzisti. A me è successo ieri. Il calcio è uno gioco che deve far felici tutti e non possiamo accettare nessuna forma di discriminazione che lo possa far vergognare. Spero che tutte le Federazioni del mondo reagiscano duramente contro tutti i casi di discriminazione!!!»: lo dice Romelu Lukaku attaccante dell'Inter su Instagram dopo essere stato oggetto di cori razzisti ieri a Cagliari. «Tutte le piattaforme social devono lavorare meglio, anche con i club, perché ogni giorno si vede almeno un commento razzista sotto post di persone di colore. Lo abbiamo detto per anni e ancora non abbiamo fatto niente. Signore e signori è il 2019, invece di andare nel futuro stiamo tornando indietro e credo che noi giocatori dovremmo unirci e fare una dichiarazione su questo argomento per rendere questo sport pulito e piacevole per tutti», conclude il suo post in inglese Lukaku.

Il comunicato del Cagliari
Presa di distanza dai cori razzisti, «sparuti ma non meno deprecabili», contro Lukaku. E ferma intenzione di «individuare, isolare ed estromettere dalla propria casa gli ignoranti». Questa la posizione ufficiale del Cagliari calcio nei confronti degli ululati indirizzati all'attaccante nerazzurro che si apprestava a battere un calcio di rigore. Dal club rossoblù piena solidarietà al giocatore, ma anche un invito a non generalizzare le accuse verso tutta la tifoseria sarda.

Ultimo aggiornamento: 16:07


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma