FANTACALCIO

Fantacalcio, consigli e probabili formazioni della 15a giornata: l’incognita Caicedo nella Lazio e una pazzia in Benevento-Milan

Lunedì 4 Gennaio 2021 di Francesco Guerrieri
Felipe Caicedo è l'incognita per questa fantagiornata: fa meglio quando parte dalla panchina, ma stavolta dovrebbe iniziare dal primo minuto vicino a Immobile

Anno nuovo, vita di sempre. Le buone abitudini vanno mantenute, e così anche nel 2021 siamo qui per dare una mano a tutti i fantallenatori che il primo giorno del 2021 hanno pensato a chi schierare alla 15a giornata di campionato. Si giocherà tutta in 24h, e questo è un bel regalo per chi di solito deve fare la formazione due o tre giorni prima: il turno si aprirà domenica alle 12.30 con Inter-Crotone e verrà chiuso dal posticipo delle 20.45 tra Juventus e Udinese. Qui sotto i nostri consigli su chi schierare e chi evitare per questa giornata, con l’augurio di conquistare i primi tre punti del nuovo anno.

INTER-CROTONE (Domenica ore 12.30)
Ok Handanovic così come tutta la difesa, Hakimi meglio di Young. Vidal per il riscatto, Barella può pescare il jolly ma non aspettatevi troppo da Brozovic. Per il Crotone sarà una partita dura, c’è poco da pescare in chiave fanta: Messias non è una pazzia come terza punta, in contropiede può far male. Henrique per  la sufficienza, Reca è uno dei più in forma ma contro Hakimi non sarà facile.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lautaro, Lukaku.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Luperto; Pereira, Henrique, Petriccione, Molina, Reca; Messias, Simy.

ATALANTA-SASSUOLO (Domenica ore 15)
I due portieri possono far bene ma considerate almeno uno o due malus. Romero è il difensore più in forma dell’Atalanta e sale anche sui corner. Gosens non si lascia mai fuori, Hateboer convince più dei due centrali. Ilicic è una scheggia impazzita: può prendere l’insufficienza come segnare due gol; mettetelo per non avere rimpianti.  L’unico che ci ispira nella difesa del Sassuolo è Ferrari, Locatelli può fare meglio di Lopez. Sì a Berardi, le punizioni e i rigori è roba sua. Ciccio Caputo non sta ancora al 100% ma merita fiducia incondizionata anche perché ha segnato anche all’ultima giornata. Meglio Boga di Traoré.
Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Palomino, Romero, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Ilicic; Zapata.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos; Lopez, Locatelli; Berardi, Traoré, Boga; Caputo.

CAGLIARI-NAPOLI (Domenica ore 15)
Cragno potete lasciarlo a riposo se avete un portiere con una partita più facile. Zappa senza paura, Lykogiannis meglio dei due centrali. Oliva e Marin non sono da fantacalcio, la garra di Nandez può premiarlo, per Sottil e Simeone sarà vita dura tra i difensori di Gattuso. Anche se non c’è Koulibaly la coppia Manolas-Maksimovic è approvata; Di Lorenzo non sta vivendo un momento semplice e Hysaj ha il cartellino facile. Fabiàn Ruiz è penalizzato dal ruolo, Zielinski invece può beneficiare il fatto di giocare qualche metro più avanti. Ok Lozano e Insigne. Petagna? Solo se non avete di meglio.
Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Godin, Walukiewicz, Lykogiannis; Oliva, Marin; Nandez, Joao Pedro, Sottil; Simeone.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Fabiàn Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna.

FIORENTINA-BOLOGNA (Domenica ore 15)
Dragowski può essere una buona soluzione contro una squadra che non segna tanto, così come Milenkovic e Pezzella che andranno a saltare in area avversaria in cerca di bonus. Caceres e Barreca convincono poco, Castrovilli è il talento che può tirare su la Fiorentina, è decisamente più in forma di Amrabat. Occhio a Pulgar che è il rigorista della squadra. Vlahovic sta bene e si può mettere, se state pensando di lasciare fuori Ribery non è una follia. Nel Bologna può far bene Tomyiasu, Medel ha il cartellino facile. I due mediani non portano bonus, Orsolini tra le scommesse di giornata e Barrow meglio di Palacio, che è sempre l'ultimo a mollare ma i gol scarseggiano.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Caceres, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Barreca; Ribery, Vlahovic.
Bologna (4-2-3-1): Ravaglia; Tomiyasu, Danilo, Medel, Dijks; Dominguez, Schouten; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.

GENOA-LAZIO (Domenica ore 15)
I rossoblù non stanno attraversando un periodo positivo, per il fanta bisogna pescare con intelligenza: Criscito è un difensore rigorista e potete metterlo, a centrocampo da escludere in blocco i tre centrali che sono più da cartellino che altro. Zappacosta punta alla sufficienza e magari anche a un assist, Destro sta bene e chi ce l’ha può pensarci. La difesa della Lazio traballa, potete guardare da un’altra parte. Lazzari col solito motorino, lo preferiamo a Marusic. Milinkovic e Luis Alberto sono centrocampisti da bonus, Caicedo meglio quando entra dalla panchina che da titolare. Inutile dire che Immobile va messo, sempre e comunque.
Genoa (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Ghiglione, Lerager, Badelj, Behrami, Zappacosta; Pjaca, Destro.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Luiz Felipe, Radu; Lazzari, Milinkovic, Escalante, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile.

PARMA-TORINO (Domenica ore 15)
Per Sepe è la classica partita da buon voto con il malus dietro l’angolo, Bruno Alves è il leader della difesa, Osorio sta crescendo. Kurtic è sempre pericoloso con i suoi inserimenti, Hernani è in forma ma non vi aspettate altri gol. Kucka sulla trequarti è un fattore da bonus, pensateci. Cornelius fatica a decollare, se avete alternative migliori si può lasciare fuori. Il Toro è in crisi, la difesa subisce troppo e il nostro consiglio è di non rischiare nessuno. La spensieratezza di Singo in questi momenti può aiutare, Lukic farà da raccordo tra centrocampo e attacco. Belotti è sempre l’ultimo a mollare.
Parma (4-3-2-1): Sepe; Iacoponi, Osorio, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Kurtic; Karamoh, Kucka; Cornelius.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Singo, Lukic, Rincon, Linetty, Vojvoda; Verdi, Belotti.

ROMA-SAMPDORIA (Domenica ore 15)
Pau Lopez è un rischio, Smalling comanda la difesa ma sono approvati anche Mancini e Ibanez. Karsdorp si sta riscattando nella seconda esperienza in giallorosso, Villar si vede poco in zona gol ma può prendere un buon voto. Veretout da schierare sempre, batte i rigori ed è il giocatore intorno al quale gira l squadra. Pellegrini più avanzato è un’ottima notizia per i fantallenatori. Nella Samp dell’ex Ranieri meglio i terzini dei centrali, chi ha avuto l’intuizione di prendere Damsgaard può metterlo anche con le big. Thorsby ed Ekdal poco da fanta, per Quagliarella non sarà una partita semplice ma ha dimostrato di essere immortale e potete puntarci.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Villar, Veretout, Bruno Peres; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.
Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Yoshida, Tonelli, Colley, Augello; Jankto, Thorsby, Ekdal, Damsgaard; Verre; Quagliarella.

SPEZIA-VERONA (Domenica ore 15)
Lo Spezia è un nome e un cognome: M’Bala Nzola. L’attaccante sta stupendo e in casa non si può lasciare fuori. In difesa sta facendo bene Bastoni che tira fuori anche qualche assist, a centrocampo non ci sono giocatori che ci intrigano. Silvestri è uno dei migliori portieri del campionato, ok anche per questa stagionata. Tameze da buon voto, fattore rigori (e punizioni) per Veloso. Faraoni meglio di Dimarco. Barak e Zaccagni a caccia di bonus, Salcedo ancora non convince.
Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Erlic, Chabot, Bastoni; Estevez, Deiola, Maggiore; Gyasi, Nzola, Farias.
Verona (3-4-2-1): Silvestri, Ceccherini, Magnani, Gunter; Faraoni, Tameze, Veloso, Dimarco; Barak, Zaccagni; Salcedo.

BENEVENTO-MILAN (Domenica ore 18)
Montipò è la pazzia per chi crede alla cabala: era il 2 gennaio quando Brignoli segnò all’ultimo in Benevento-Milan. Letizia può essere la sorpresa di giornata, Glik e Tuia possono soffrire la velocità degli avversari. I tre di centrocampo non sono da fantacalcio; Lapadula sta faticando troppo lì davanti, meglio Caprari. Calabria sta facendo molto bene sulla fascia del Milan, Kjaer  torna al centro della difesa e ci guadagna anche Romagnoli. Tonali è in fase di rodaggio, Brahim Diaz può tirare fuori il jolly così come Leao: due giocatori che non si possono lasciare fuori.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Improta; Caprari, Ionita; Lapadula.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Dalot; Tonali, Kessie; Brahim Diaz, Calhanoglu, Rebic; Leao.

JUVENTUS-UDINESE (Domenica ore 20.45)
La Juve deve ritirarsi su dopo lo 0-3 con la Fiorentina. De Ligt lo preferiamo a Bonucci che si può comunque schierare. Ok Danilo. McKennie si sbatte sempre ed è uno dei pochi a salvarsi ogni volta, Bentancur difficilmente porta bonus, meglio Ramsey e Chiesa. Morata e Ronaldo ad occhi chiusi, contro chiunque. Non lasciate tutti fuori a prescindere nell’Udinese: oltre al solito De Paul si può mettere anche Pereyra che sforna assist su assist. Pussetto sta bene ma stavolta non sarà facile, schierare Musso non è una follia: può fare grandi parate ma uscire con il clean sheet dallo Stadium non è mai semplice.
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Chiesa, McKennie, Bentancur, Ramsey; Morata, Ronaldo.
Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Bonifazi, Samir; Larsen, De Paul, Walace, Pereyra, Zeegelaar; Pussetto, Lasagna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA