Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mercato Lazio: da Milinkovic e Luis Alberto alle indicazioni di Sarri. Cosa serve per la rivoluzione?

Con la cessione di almeno uno dei suoi top player di centrocampo la Lazio si riverserebbe sul mercato

Mercato Lazio: da Milinkovic e Luis Alberto alle indicazioni di Sarri. Cosa serve per la rivoluzione?
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Martedì 31 Maggio 2022, 11:50 - Ultimo aggiornamento: 11:57

Una volta trovato l’accordo per la firma sul rinnovo fino al 2025 ora Sarri pretenderà anche i fatti. La sua Lazio verrà rivoluzionata in diversi reparti, ma se in porta e in difesa i cambiamenti saranno forzati, non sono da escludere sorprese a centrocampo. La linea mediana potrebbe ritrovarsi come epicentro della rivoluzione futura anche perché le principali entrate nelle casse del club entrerebbero proprio da lì.

Lazio, rischio rivoluzione anche a centrocampo: attese offerte per Milinkovic e Luis Alberto

Uno dei tre titolari della linea mediana ha già salutato. Si tratta di Leiva. Il brasiliano ha chiuso cinque anni in biancoceleste con 198 presenze, 4 gol e 11 assist conditi da tre trofei. Nel suo futuro dovrebbe esserci il ritorno in patria, ma non è da escludere l’opzione Inter alla corte dell’amico Inzaghi come vice Brozovic. Il tormentone dell’estate, stavolta più che mai, sarà Milinkovic. Il Sergente ha disputato la migliore stagione della sua carriera (11 gol e 12 assist) confermandosi su livelli altissimi. Sarri non ha nascosto che ripartirebbe volentieri da lui per la prossima stagione, ma il presidente Lotito, anche per motivi contrattuali (scadenza del 2024), non potrà permettersi di snobbare eventuali offerte importanti. Una è arrivata dal Manchester United, ma 55 milioni sono ancora pochi rispetto ai 70 richiesti. Un addio del genere per quanto doloroso permetterebbe la rivoluzione richiesta dal Comandante. Quest’ultimo si priverebbe più facilmente di Luis Alberto, capace solo a momenti alterni di esprimersi al meglio nel suo 4-3-3. Legato alla Lazio fino al 2025, il Mago sogna un ritorno nella sua amata Siviglia, opzione possibile solo con un’offerta di circa 30 milioni da parte degli andalusi.

Da Loftus-Cheek a Ilic, passando per Allan: i profili individuati da Sarri

Con la cessione di almeno uno dei suoi top player di centrocampo la Lazio si riverserebbe sul mercato. Gli occhi di Sarri sono finiti subito nell’amata Premier League dove giocano due dei suoi pallini. Uno è Ruben Loftus-Cheek, centrocampista classe ‘96 del Chelsea che ha ottenuto i migliori numeri in carriera proprio col Comandante in panchina (10 gol e 5 assist totali nel 2018/19). Il costo di 20 milioni circa e l’ingaggio di circa 4 renderebbero comunque difficile l’operazione. C’è poi il fido Allan in forza all’Everton che, in attesa di capire se si dividerà o meno dalle Toffees un anno prima della scadenza, resta comunque un obiettivo più alla portata. Come confermato anche dal presidente del Verona, Setti, i biancocelesti su indicazione del Comandante hanno iniziato i colloqui per Ilic. Il talento classe 2001 degli scaligeri sarebbe un apporto importante in termini qualitativi, ma c’è da scommettere che il Verona chiederà almeno 15 milioni. Restano defilate le piste Bourigeaud del Rennes e Minamino del Liverpool mentre il primo rinforzo sarà Marcos Antônio dallo Shakhtar per 9 milioni. Si prospettano settimane calde per il cuore della Lazio del futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA