Roma, Abraham al primo anno in scia dei bomber del passato: obiettivo Pruzzo e Batistuta

L’attaccante inglese è a quota 12 gol in 23 presenze (6 in Serie A e 6 in Conference League) e oggi pomeriggio contro la Sampdoria può continuare la sua corsa verso i grandi attaccanti del passato

Roma, Abraham al primo anno in scia dei bomber del passato: obiettivo Pruzzo e Batistuta
di Gianluca Lengua
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Dicembre 2021, 11:18

Tammy Abraham ha tutte le carte in regola per diventare uno dei marcatori più prolifici della storia romanista. L’attaccante inglese è a quota 12 gol in 23 presenze (6 in Serie A e 6 in Conference League) e oggi pomeriggio contro la Sampdoria può continuare la sua corsa verso i grandi attaccanti del passato. A partire da Roberto Pruzzo bomber storico giallorosso: al momento si trova al secondo posto della classifica all time dei marcatori della Roma con 138 centri in 315 presenze, ma al suo primo anno (1978/’79) i gol segnati erano 14, va evidenziato, però, che sono stati realizzati quasi tutti in campionato e non in competizioni europee di serie C.

Roma, c'è la Sampdoria: l'Olimpico fa il pieno di speranza

I numeri di Batistuta, Dzeko e Totti

Tornando al passato recente, impossibile non menzionare Edin Dzeko che al suo primo anno di gol ne ha segnati 10 e oggi è al terzo posto dei marcatori più prolifici della storia giallorossa. Al primo c’è Francesco Totti con 307 gol, mentre più staccato c’è Vincenzo Montella (7°) che al primo anno ha realizzato 21 reti in 41 presenze e Batistuta anche lui autore di 21 gol l’anno di esordio nella Capitale, quello dello Scudetto del 2001.Tra gli attaccanti che hanno fatto la storia recente della Roma ci sono anche Marco Borriello (17), Luca Toni (5) e Mirko Vucinic (3). Tornando al calcio degli anni ’80 Rudi Voeller il primo anno segnò solo 5 reti, ma poi ne realizzò 40 tra l’89 e il ‘90. Altro calcio, altri tempi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA