Tour de France, Bernal si arrende alla fatica e si ritira

Mercoledì 16 Settembre 2020 di Carlo Gugliotta
Egan Bernal
Egan Bernal dice addio al Tour de France. Il corridore colombiano del Team Ineos Grenadiers, vincitore della corsa francese lo scorso anno, ha deciso di alzare bandiera bianca e di non prendere parte alla frazione odierna, la 17/a, che sarà la tappa regina del Tour in quanto presenta il Col de la Madeleine e l'arrivo in salita a Meribel. 
Per Bernal, corridore cresciuto ciclisticamente in Italia nelle fila dell'Androni Giocattoli-Sidermec di Gianni Savio, si tratta di una decisione maturata dopo due giorni di autentico calvario. Il colombiano è andato in grossa difficoltà sia domenica che ieri, accumulando un ritardo di ben 19'04" in classifica generale rispetto alla maglia gialla Primoz Roglic. Ad incidere sul rendimento di bernal è stato il mal di schiena, del quale soffre fin dal Giro del Delfinato e per il quale non è riuscito a trovare un rimedio efficace che gli possa permettere di esprimersi al meglio in sella. 
Il Team Ineos Grenadiers, quindi, non vincerà l'edizione 2020 del Tour de France. La qquadra britannica, che fino al 2018 era denominata Team Sky, aveva vinto tutte le edizioni della corsa francese dal 2012 ad oggi, fatta eccezione del 2014, anno in cui si impose Vincenzo Nibali, che all'epoca difendeva i colori dell'Astana. La formazione diretta da sir Dave Brailsford si era imposta nel 2012 con Bradley Wiggins, con Chris Froome nel 2013, 2015, 2015 e 2017, con geraint Thomas nel 2018 e con Egan Bernal nel 2019. © RIPRODUZIONE RISERVATA