Tour de France, sospetto doping: avviata indagine a Marsiglia, due arresti

Lunedì 21 Settembre 2020

La procura di Marsiglia ha aperto un'indagine preliminare per sospetti di doping nei confronti di una squadra che ha partecipato al Tour de France, ha annunciato il procuratore alla Afp. Giorni fa la gendarmeria aveva perquisito le camere di albergo di Nairo Quintana e del suo team, la Arkéa-Samsic. Secondo il procuratore, che non ha fatto citato la squadra, sarebbero stati scoperti «molti prodotti sanitari, tra cui farmaci, e soprattutto un metodo che potrebbe essere qualificabile come doping».

Due persone sono state arrestate nell'ambito dell'indagine su sospetti di doping nella squadra di Arkéa-Samsic. Lo ha annunciato la procuratrice di Marsiglia, Dominique Laurens, senza dare altre informazioni. L'indagine, ha sottolineato, riguarderebbe solo una piccola parte della squadra di cui è capitano il colombiano Nairo Quintana, che ha chiuso la corsa al 17/o posto, e che comprende anche il fratello, Dayer. L'indagine tende ad accertare se vi sia stata «somministrazione ad un atleta, senza giustificazione medica, di una sostanza o metodo vietato nel quadro di un evento sportivo, oppure aiuto nell'uso e istigazione per l'uso di una sostanza o metodo vietato agli atleti, e ancora il trasporto e il possesso di una sostanza o metodo vietato ai fini dell'uso da parte di un atleta senza giustificazione medica».

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA