CORONAVIRUS

Virus, a Fiumicino e Ciampino pronti i box per i test a chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna

Venerdì 14 Agosto 2020
Virus, a Fiumicino e Ciampino pronti i box per i test a chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna

Dopo l'ordinanza, gli aeroporti si adeguano. A Fiumicino e Ciampino, per rispettare le direttive del ministro della Salute, Roberto Speranza, che prevede il test sul Coronavirus per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna, sono spuntati 12 box, estendibili a 20, per procedere con la somministrazione del test. «Le strutture sono state realizzate in meno di 24 ore dalla firma dell’ordinanza - comunica Aeroporti di Roma in una nota - grazie al coordinamento preventivo effettuato nei giorni scorsi con Regione Lazio e Ministero della Salute. Al “Leonardo Da Vinci”, presso gli arrivi del Terminal 3 dopo l’uscita dalla sala riconsegna bagagli in uno spazio di circa 1000 metri quadri, sono stati allestiti dei box dove i medici dell’USMAF/ASL potranno operare a breve nel pieno rispetto della privacy». La nuova area potrà ospitare fino a 480 passeggeri contemporaneamente nel pieno rispetto della distanza di sicurezza. 

Virus Roma, aumentano ancora i contagi a Fiumicino, ora sono 13. Il sindaco: «Serve prudenza»

«Aeroporti di Roma ricorda che, al momento, i passeggeri in arrivo da Croazia, Grecia, Malta e Spagna non provvisti di attestazione di un idoneo test eseguito nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale e con risultato negativo, potranno sottoporsi al test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale: a tal fine, si rimanda alle indicazioni diffuse dell’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio, riportanti l’elenco dei drive-in attivi.

Previsto anche un adeguato numero di sedute per attendere comodamente l’esito dei test. “Al G.B. Pastine” di Ciampino, presso il Terminal arrivi, sono presenti 3 box su una superficie di circa 150 metri quadri. Inoltre, in entrambi gli aeroporti sono anche stati realizzati e installati totem in italiano e inglese per informare i passeggeri in arrivo Da Croazia, Grazia, Malta e Spagna delle nuove disposizioni governative. Aeroporti di Roma ricorda inoltre che, in base alle disposizioni governative, l’ingresso in aerostazione – previo controllo della temperatura corporea con i termoscanner – è consentito solo ai passeggeri e agli operatori aeroportuali e che per tutti è obbligatorio indossare la mascherina di protezione nei terminal e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.

Coronavirus. Tampone rapido e test per chi torna dall’estero

Le nuove misure si aggiungono a tutte le altre iniziative adottate da ADR per rendere lo scalo sicuro e confortevole: dall’attività di sanificazione dell’intero perimetro aeroportuale, fino alla rimodulazione degli spazi all’interno dello scalo per garantire il distanziamento sociale che viene indicato da apposita segnaletica. Sono state anche incrementate le informazioni sui monitor di servizio, aggiunti totem informativi e installati oltre 300 dispenser di gel igienizzante.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA