Atalanta, Gasperini soddisfatto: «Abbiamo vinto una bella gara»

Domenica 10 Febbraio 2019
Al termine del 2-1 casalingo sulla Spal, Gian Piero Gasperini è soddisfatto della prova della sua Atalanta:«Abbiamo vinto una bella gara complicandocela molto all'inizio, come ci succede spesso, contro una squadra chiusa e pericolosa nelle ripartenze e sulle palle inattive. Abbiamo avuto energia, forza e qualità per vincerla. Ilicic e Zapata sono stati bravi, anche il Papu ha creato tanto, Viviano gli ha preso una palla impossibile».  Roma e Lazio sono agguantate a quota 38, col quarto posto nel mirino: «Sabato prossimo col Milan sarà importante, non decisiva. Poi incontreremo Torino, Fiorentina e Sampdoria: vinte quelle, forse potremmo tirare qualche somma». L'allenatore di Grugliasco continua a vedere il trofeo di metà settimana come porta principale per l'Europa: «La Coppa Italia è la scorciatoia nel senso che ci sono tre partite a disposizione, finale compresa. In campionato ne mancano ancora quindici, troppo presto per fare proclami sul quarto posto. Il rischio è di puntare al quarto rimanendo fuori da tutto».

Dal canto suo, Leonardo Semplici non accoglie favorevolmente soltanto il risultato finale: «Abbiamo fatto una buona gara contro la migliore squadra del momento, dimostrando personalità e determinazione - premette il tecnico della Spal -. Alla lunga c'è mancata la continuità lungo i 90 minuti: fatale, contro una squadra di qualità, che ha trovato le due-tre giocate per fare la differenza, con Ilicic e Zapata che l'hanno risolta dopo essere stati comunque limitati da noi». Qualche cruccio sui gol presi: «Sul pari avevamo la difesa alta, ma avremmo dovuto coprire su Zapata. Siamo arrivati in ritardo anche sul cross del secondo gol. In serie A queste sono cose che si pagano - continua Semplici -. Bisogna lavorare sui nostri limiti, perché basta un piccolo errore di concetto come oggi per perdere qualche punto per strada». Qualche commento sui singoli: «Missiroli è un ragazzo intelligente e ha saputo adattarsi in un ruolo inedito, peccato fosse in diffida e salterà la Fiorentina. In regia ci saranno o Valdifiori o Schiattarella - chiude -. Quanto a Petagna, so che a Bergamo faceva cose diverse ma io preferisco giochi molto più vicino alla porta. Lazzari invece non era nella sua miglior giornata, sente ancora fastidio alla caviglia. Costa alla fine è stato superato dalla velocità dei giocatori sulla sua corsia di competenza dopo una prova gagliarda».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma