Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cina, la Città Proibita chiusa a causa del Coronavirus

Cina, la Città Proibita chiusa a causa del Coronavirus
1 Minuto di Lettura
Giovedì 23 Gennaio 2020, 17:25 - Ultimo aggiornamento: 17:26
Le autorità cinesi hanno chiuso la Città Proibita, l'attrazione più famosa di Pechino, a causa dei timori per il coronavirus. La città resterà chiusa fino a nuovo avviso a causa dell'epidemia virale che ha iniziato a diffondersi dalla Cina. L'ex palazzo degli imperatori chiuderà le sue porte a partire da sabato «per evitare contaminazioni legate al raduno dei visitatori», ha annunciato il museo in un comunicato stampa. 

Annullati anche i festeggiamenti per il Capodanno. Bloccato il traffico dei treni in tre città. Anche Macao ha cancellato tutte le celebrazioni del capodanno cinese, dopo che è stato accertato un secondo caso di coronavirus in un uomo di 66 anni.

A Fiumicino sono passati in un canale sanitario dedicato 202 viaggiatori in arrivo da Wuhan, ai quali sono state applicate per la prima volta le procedure contro la diffusione del contagio. Stanno tutti bene. Attese le decisioni dell'Oms. Non ha un'infezione da coronavirus l'uomo ricoverato a San Pietroburgo. Il virus si sarebbe ricombinato e sarebbe arrivato all'uomo dai serpenti dopo la trasmissione dai pipistrelli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA