Tanti umbri si muovono verso il Lazio per gli open day vaccinali

Open Day nel Lazio
2 Minuti di Lettura
Sabato 12 Giugno 2021, 18:36

PERUGIA - Dall'Umbria al Lazio in “gita vaccinale” anti-Covid. Sono sempre più numerosi i cittadini umbri,
soprattutto under 40 che, non potendo ancora vaccinarsi in casa propria scelgono di spostarsi nel Lazio, dove in questi giorni si sta procedendo con le fasce a cavallo dei 50 anni, per questo in molti si sono spostati nella Capitale o in altri hub laziali, sfruttando gli Open Day, per i quali non vale il requisito di avere un domicilio sanitario temporaneo ed essere assistito da un medico di base del Servizio sanitario regionale del Laziò.

«Non siamo gli unici 'turisti vaccinalì - raccontano all'Adnkronos Salute un 37enne, un 39enne e un 25enne di Perugia - tra i nostri amici siamo già 8 ad essere andati fuori a fare il vaccino, visti i tempi lunghi della
nostra Regione. E sui social c'è una specie di passaparola, gente che chiede informazioni a chi lo ha già fatto, dal momento che la cosa non è così nota».
«Nel portale umbro hanno fatto registrare chi voleva prenotarsi senza però dare una data a nessuno, salvo
riservarsi di contattare gli utenti per comunicarla successivamente. In questi giorni hanno cominciato a vaccinare la fascia dei 50enni, ma noi continuavamo ad essere in lista di attesa, senza una data». Da qui la decisione di spostarsi fuori regione sfruttando l'occasione degli Open Day.

«Trattandosi di AstraZeneca - prosegue il racconto - abbiamo, come consigliato, chiesto ai nostri medici di famiglia se quel vaccino fosse adatto a noi e loro, ci hanno detto che potevamo farlo perché il nostro profilo
non rientrava in categorie a rischio. La prima dose per fortuna - conclude il racconto - non ci ha dato nessun problema. Ora aspettiamo la seconda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA