Assisi OnLive: le realtà culturali si
uniscono per accendere l'estate.
Presentato il programma di eventi

Lunedì 27 Luglio 2020 di Michele Bellucci
PERUGIA - Musica, teatro e danza, ma anche passeggiate letterarie, esposizioni e incontri. Il tutto in alcuni dei luoghi più affascinanti di Assisi e dintorni, compresi alcuni luoghi immersi nella natura. Questo sarà Assisi OnLive, sfaccettata manifestazione che animerà la città serafica dall’8 agosto al 17 settembre, con un ricco ed eterogeneo programma capace di accontentare pubblici molto diversi. Alla base del progetto le principali associazioni culturali del territorio, che su invito e con la collaborazione del Comune di Assisi hanno deciso di unire le forze in questa singolare estate post-Covid: la Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco, il Piccolo Teatro degli Instabili, l'Associazione Culturale Riverock, l'Associazione Umbra Canzone e Musica d’Autore e l'Associazione Culturale Zona Franca. Tra i principali protagonisti attori come Ascanio Celestini e Claudio Bisio, musicisti come Vasco Brondi e Cristiano Godano, ma anche proposte volte a valorizzare alcuni talenti umbri come l'attrice Giulia Zeetti.

Il programma, presentato questa mattina al Palazzo della Provincia di Perugia, si aprirà sabato 8 agosto nello spettacolare scenario della Piazza Inferiore di San Francesco con il concerto dell’Assisi Summer School Choir diretto da David Skinner (ore 21.15). Il 13 agosto sul palcoscenico allestito nel Giardino degli Incanti della Rocca Maggiore saliranno Rachele Andrioli e Rocco Nigro, per un tuffo nelle atmosfere musicali salentine. Di grande suggestione anche il programma del 15 agosto, con un appuntamento alle 6.00 del mattino nella Piazza Superiore della Basilica di San Francesco: il "Concerto all'alba" dell'Orchestra della Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco emozionerà con le intramontabili musiche di Vivaldi. Laboratorio intensivo per bambini nel gioco del teatro, a cura di Giulia Zeetti, nel Bosco di San Francesco dal 17 al 28 agosto. Il 20 passeggiata letteraria con Sandro Frizzerio parlando del suo ultimo libro “Sommersione”, mentre lo stesso giorno alla Rocca Maggiore in programma il nuovo spettacolo di Ascanio Celestini, “Barzellette”. Medesima location il 24 agosto per Claudio Bisio e Gigio Alberti con il loro “Ma tu sei felice?”. Sarà un’occasione per conoscere l’opera dell’artista Chiara Monaco l’esposizione “Metamorfosi Evolutive” ospitata dal 26 al 30 agosto alla Sala delle Logge, mentre dal 28 al 30 “Laboratorio di ricerca sul movimento” a cura della danzatrice Lucia Guarino. Grande attesa per il suggestivo live nella Rocca Maggiore “Viaggio al termine della notte”, liberamente tratto dal capolavoro di Louis-Ferdinand Céline: sul palco Teho Teardo ed Elio Germano, con archi, chitarra e live electronics ad accompagnare le immagini evocate dall’attore romano. Nella Piazza Inferiore di San Francesco il 30 sarà la volta di The Franciscan Singers, mentre di nuovo la Rocca Maggiore ospiterà il nuovo spettacolo-concerto di Gio Evan “Albero ma estro”. A settembre un’altra serie di interessanti eventi: il 6 doppio appuntamento con la passeggiata letteraria alle 09.30 sul Monte Subasio che vedrà protagonista Gabriella Genisi, per poi attendere il concerto alla Rocca Maggiore di Vasco Brondi. Il 13, ancora alla Rocca, Cristiano Godano racconterà tra musica e parole le origini dei suoi Marlene Kuntz. Ultimo appuntamento il 17 settembre nell’Anfiteatro della Pro Civitate Christiana con Franco Arminio che presenterà “La cura dello sguardo. Nuova farmacia poetica”.


«Un bellissimo esempio di collaborazione – ha affermato il sindaco di Assisi Stefania Proietti - tra soggetti che, nell’ambito delle proprie professionalità e competenze, operano nel settore della cultura e dello spettacolo di Assisi animando le stagioni dei nostri teatri. In questo anno particolare, non abbiamo voluto rinunciare all’offerta culturale, e le cinque organizzazioni protagoniste di Assisi OnLive si sono unite, e, con la consueta passione e professionalità, sono riuscite a superare le difficoltà oggettive che il settore attraversa e oggi propongono un programma di grande qualità che arricchirà “l’altra estate” di Assisi per cittadini e turisti. Il Comune di Assisi, oltre a patrocinare l’iniziativa, ha messo a disposizione location e logistica, con un contributo fattivo alla organizzazione. Un esperimento che, se funziona, potrebbe essere ripetuto negli anni e indicare un percorso culturale di interesse generale per Assisi, in quanto basato sull’idea di far crescere le eccellenze e le produzioni culturali della Città». «È quello live il linguaggio dello spettacolo dal vivo – ha detto Paolo Cardinali dell’associazione Zona Franchi – e, quindi, già dal nome “Assisi OnLive” volevamo dare un segnale di rilancio e di ritorno alla normalità per la fruizione degli eventi. Non più quindi in modalità online». «Per la prima volta le associazioni che operano sul territorio hanno deciso di fare squadra – hanno poi spiegato Jacopo Cardinali e Gabriele Fabbrizi dell’associazione Riverock - Anche noi abbiamo sposato questo progetto e spinto perché potesse andare a buon fine, soprattutto davanti all’alternativa di stare fermi. Quest’anno dovevano organizzare ad Assisi l’11esima edizione del nostro festival e non avendo l’opportunità di farlo, per i motivi che tutti conosciamo, ci siamo messi al lavoro per fare qualcosa di diverso ma pur sempre di altissimo livello». «Quello che abbiamo messo in piedi sembra quasi un programma da tempi no-covid – ha sottolineato Lucia Fiumi dell’associazione umbra canzone e musica d’autore - Quella che abbiamo accettato è una bella sfida quindi, anche perché la nostra associazione ha sempre creduto nella rete di soggetti e sinergie. A maggior ragione siamo perciò oggi felici di questa importante collaborazione». Assisi OnLive sarà «un modo di riavvicinarci attraverso l’arte in tutte le sue forme», ha commentato Fulvia Angeletti del Piccolo Teatro degli Instabili; un avvicinamento in totale sicurezza rispettando il protocollo messo a punto da Assomusica per gli eventi dal vivo. © RIPRODUZIONE RISERVATA