Amelia, il cinema torna al Chiostro san Francesco con un'arena indipendente

Amelia, il cinema torna al Chiostro san Francesco con un'arena indipendente
di Francesca Tomassini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Agosto 2022, 09:33

AMELIA Ritorna il cinema all’aperto al Chiostro di San Francesco. Titolo della rassegna Il mondo e le sue molte voci una serie di pellicole «raffinate, clandestine -precisano da Oltre il Visibile, l'associazione organizzatrice dell'evento- e fuori dal coro. AltraVisione - continuano - sarà un’arena indipendente e libera, un cinema di ricerca e “ricercato”, capace di proporre voci e linguaggi rivoluzionari affrontando anche temi scomodi». 

PROGRAMMA

Amelia (Tr)
Chiostro san Francesco 
Piazza Augusto Vera, 10

Venerdì 26 agosto – ore 21.15
NOMAD - IN CAMMINO CON BRUCE CHATWIN

Regia di Werner Herzog, Gran Bretagna, 2019, 85’ – v.o.sott.it.
Presentazione a cura di Paolo Piacentini, scrittore e camminatore

Un dialogo intimo che Herzog imbastisce con il viaggiatore-scrittore Bruce Chatwin, uno dei più grandi autori del Novecento.
Durante gli ultimi anni della vita di Bruce Chatwin il regista tedesco Werner Herzog ha collaborato con lo scrittore inglese ad alcuni progetti e fra i due è nata un’amicizia istintiva e profonda.

In Nomad Herzog ripercorre le tracce dei pellegrinaggi che Chatwin ha compiuto alla ricerca dell’anima del mondo, attraversando continenti con l’inseparabile zaino che ora appartiene a Herzog, e che diventa il terzo protagonista del film.

Sabato 27 agosto – ore 21.15
LA PERSONA PEGGIORE DEL MONDO
Regia di Joachim Trier, Norvegia, 2021, 121’ - v.o.sott.it.


Julie ha quasi trent'anni e non ha ancora trovato il suo posto nel mondo. Tutto cambia quando incontra Axel, ma il destino riserverà ad entrambi parecchie sorprese.
È stato presentato in concorso al Festival di Cannes 2021, dove la protagonista Renate Reinsve ha vinto il premio per la miglior attrice.

Domenica 28 agosto – ore 21.15
GIRLS ROCK! (OH LES FILLES!)
Regia di François Armanet, Francia, 2019, 79’ – v.o.sott.it.


E se il rock francese fosse nato con Edith Piaf? Dal dolce pop degli anni Sessanta agli inni al genere neutro, dalle femministe ribelli degli anni Settanta alle icone di tendenza dell’era dei social media, da Françoise Hardy a Christine and The Queens, passando per Vanessa Paradis, Catherine Ringer, Charlotte Gainsbourg e molte altre.
Girls Rock! racconta l’inedita storia delle rock star francesi.
Guidati dalla voce di Clémence Poésy, questo documentario rivoluzionario mette insieme interviste, filmati iconici e prospettive radicalmente inverse, dando un calcio al patriarcato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA