Valzer di attaccanti: da Lapadula a Paloschi, il punto sui bomber al centro del mercato

Alberto Paloschi
di Eleonora Trotta
2 Minuti di Lettura
Martedì 14 Giugno 2016, 22:02 - Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 00:05


Le valutazioni si rinnovano di ora in ora, con un effetto domino pronto a partire da Pescara. La decisione di Gianluca Lapadula influenzerà, infatti, il destino degli altri attaccanti al centro del mercato come Berardi, Gilardino, Borriello. Il capocannoniere della serie B resta al centro di un'asta sempre più agguerrita dopo la pausa di riflessione di questi giorni: l'attaccante, d'accordo con il suo agente Alessandro Moggi, ha deciso infatti di valutare con calma le varie proposte del Napoli, del Genoa, del Sassuolo e della Juventus (previsto un incontro domani tra i bianconeri e gli abruzzesi con per parlare anche di Caprari che potrebbe andare all'Empoli). La Lazio resta più defilata. De Laurentiis aspetta, forte di un accordo con il Pescara di circa 9 milioni di euro più bonus.

GILARDINO E BORRIELLO
Tra i possibili sostituti di Lapadula il club neopromosso valuta timidamente Gilardino (“è fuori dal nostro progetto ha dichiarato il numero 1 degli abruzzesi”) e Monachello. L'attaccante del Palermo è in bilico ma - come ha ribadito -“aspetta l'incontro con Zamparini per decidere il suo futuro”. Un'opzione sempre valida per la società siciliana si conferma poi Borriello: il centravanti campano resta in attesa di un confronto con Gasperini, neo tecnico dell'Atalanta, e di nuovi rilanci da Udine, dal Sunderland e dagli Stati Uniti. Il club bergamasco (Pinilla è in uscita) continua poi a coltivare il sogno Paloschi, un vero e proprio pallino del ds Sartori dalla passata stagione (serve però l'accordo economico con lo Swansea almeno sulla base di almeno 9 milioni di euro).

INTRIGO BERARDI
Anche il futuro di Berardi è strettamente collegato a quello di Lapadula. L'attaccante del Sassuolo, da sempre perplesso su un suo futuro a Torino, potrebbe rimanere un altro anno in Emilia. L'incontro tra la Juventus - virtualmente proprietari del cartellino del giocatore nonostante un'opzione ancora non esercitata di 25 milioni di euro - chiarirà le prossime tappe del destino dell'attaccante calabrese (i due club potrebbero comunque intavolare un'ampia trattativa che comprende anche nuove contropartite). L'Inter resta un'attenta osservatrice della vicenda. Il club nerazzurro ha parlato con la società di Squinzi pure per Vrsaljko, già trattato dal Napoli e l'Atletico Madrid (il terzino ha un  accordo di quattri anni sulla base di 2,2 milioni di euro con i colchoneros). Per le fasce gli azzurri non mollano poi la presa su Fabinho, valutato circa 20 milioni di euro dal Monaco. Capitolo estero: Laporte ha rinnovato il suo contratto con l'Athletic Bilbao fino al 2020 con tanto di clausola da 65 milioni di euro, il Chelsea è in pressing su Morata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA